Liuteria, plauso di Bisignano in movimento

BISIGNANO Trenta allievi per (ri)cominciare: c’è ancora del tempo per partecipare al bando promosso dalla rinata scuola di liuteria, insieme al Cna Cosenza e alla Provincia. Suddivisi tra allievi per archi e per chitarra, si terrà in terra cratense un corso base propedeutico ad accedere al successivo corso triennale per la formazione professionale per liutai. Articolato in duecento ore con frequenza obbligatoria, prevedrà quattro moduli, partendo dall’approccio e utilizzo dei diversi attrezzi, la qualità e l’impiego delle materie prime, la modellatura e levigatura del legno, nonché l’approccio alla progettazione dello strumento. Un plauso è arrivato, per il rilancio della liuteria bisignanese, anche dalla giovane associazione culturale “Bisignano in movimento” composta da oltre cinquanta ragazzi che esprimono il loro apprezzamento: «Tutto ciò ha rilevante importanza per la nostra comunità. La scuola ha come suo preciso obiettivo quello di far riscoprire e rifiorire un mestiere che ha dato lustro alla nostra cittadina in tutto il mondo, grazie ai compianti maestri De Bonis, attraverso uno specifico corso triennale di formazione professionale di liutaio, che vedrà impegnati ben trenta allievi, sapientemente istruiti da maestri di fama internazionale. Ciò ha un’importante valenza sociale, in quanto consente ai giovani apprendisti di crearsi un lavoro in un territorio che ormai da decenni è vittima di un’emigrazione massiccia, dovuta alla mancanza di occasioni».

Massimo Maneggio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here