Lettera aperta ai senatori e onorevoli della Calabria

Letture: 813

Bisignano ( CS)  lì  24. 5. 2024
Eg. le scrivo affinché  possa interessarsi della questione IMU, chi le parla è un figlio di  un emigrato calabrese che dopo circa 30 anni di Germania Democratica  aveva costruito  una casa in centro storico per se e per i figli ma la casa, la casa in centro storico  presenta delle criticità  di spazio, di parcheggio, mancanza di servizi e i figli che ha fatto studiare con sacrificio economico hanno comprato una casa più adeguata ai tempi ed ai bisogni. La casa del centro storico, che non ha più mercato, non si fitta, secondo la normativa che lei conosce bene risulta seconda abitazione. Allora penso che la norma va rivista, per le seconde case che non producono reddito (quelle affittate anche a titolo gratuito devono pagare), devono essere esenti a mio avviso quelle che non hanno servizi collegati come: metano, acqua potabile, enel, e, risulta disabitata, non dovrebbe pagare l’IMU al Comune come seconda casa, per un fatto di giustizia sociale, la ringrazio, in attesa  di venire a conoscenza delle iniziative che intende fare, allego foto di babbo lavoratore in Germania, primi anni 1960.

Umile Bentivedo