Leggi e piangi caro cittadino dormiente

albdl_9876-300x222 Leggi e piangi caro cittadino dormiente

A Bisignano la piattaforma per lo smaltimento dei rifiuti inquina? Carissimi concittadini, tenetevi la spazzatura in casa e se abbandonerete un solo chilo di rifiuti lungo le strade sarete prima spiati e poi sanzionati con ben 600 euro di multa. Il Comune di Bisignano applica la legge come previsto dal Codice Ambiente, art. 192, Comma 1, del DLgs, n° 152, del 2006.

Leggi e piangi caro utente poiché dopo 16 anni di commissariamento non solo dovrai pagare la nuova IUC (senza alcun servizio in cambio) ma sarai punito come trasgressore qualora la tua immondizia sarà deposta fuori dalle mura di casa.

Infatti, se le pattumiere sono zeppe di spazzatura e i rifiuti non si possono portare in nessun centro di raccolta viene da se che è meglio tenerseli in casa propria altrimenti si subisce la multa.

Una plausibile forma di stalking per ottenere finalmente  il “si politico” alla realizzazione della piattaforma ecologica sul territorio bisignanese aggirando le proteste degli ambientalisti. La minaccia delle multe, quindi i rifiuti che stazionano in casa propria,  i cumuli di spazzatura già sparsi ovunque, l’emergenza sanitaria ormai alle porte, l’incessante pagamento delle tasse senza alcun servizio corrisposto, spingeranno con molta probabilità i cittadini indecisi a dare la benedizione all’arduo progetto dell’Amministrazione attualmente in carica.

È difficile ammettere le proprie responsabilità governative mentre è più facile intimorire i cittadini.

Già, ma secondo il parere di alcuni notabili del paese, i Bisignanesi sono da considerarsi un popolo  di ignoranti, di dormienti, d’incapaci e da rilegare ai  piedi della gerarchia feudale.

Singolari amministratori pensate veramente di risolvere il problema dei rifiuti facendo le multe? Che cosa vi siete messi in testa di far paura alla gente che è messa alla gogna?

Sono d’accordo che la spazzatura non vada abbandonata lungo le strade, ma bisognava prodigarsi anzitempo con qualsiasi altra soluzione sicuramente diversa dalla mannaia delle contravvenzioni.

Che pensate che i cittadini Bisignanesi siano dei muli da carico e da prendere sempre a frustate?

Commettete un grave errore se pensate di approcciare al futuro del paese riempiendo ulteriormente le casse comunali con soldi che non vi appartengono. Anche chi oggi vi appoggia (per qualche vitale favore ricevuto) presto vi sarà contro specialmente quando comprenderà che state marciando sulle loro teste e senza alcuna pietà.

05/03/2014 – Alberto De Luca

4 Commenti

    • Caro bustaxstrada(molto originale il tuo nomignolo) non ha detto nessuno che bisogna per forza buttare le buste per strada, nell’articolo c’è tutto il disappunto per una decisione(speriamo annunciata solamente come deterrente) che personalmente come autore dello scritto non condivido, specialmente a frontre di una situazione complessa che va avanti da troppo tempo e nonostante il fatto che i cittadini continuano a pagare salassi senza avere in cambio uno straccio di servizio. Il problema dei rifiuti si risolve solamente lavorando sulla differenziata e allargandola a tutto il territorio comunale anche alle campagne. Alcuni abitanti delle contrade di campagna(contrariamente a quanto pensa qualche “illustre” amministratore) fanno la differenziata ormai da tempo e però quando devono conferirla in pattumiera non sanno dove metterla poichè non vi sono i bidoni. Insomma le vie per trovare una soluzione al problema sono molteplici ma quello più semplice(almeno per il nonstro Municipio) è di intimidire la gente a suon di contravvenzioni. Multe per abbandono di rifiuti, autovelox, avvisi di garanzie, quarele, ecc. Che razza di modi antipatici per dialogare con i propri concittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here