“Lavorerò per il bene della città”

E’inutile sottolineare che questo è per me un momento di forte emozione ed allo stesso tempo di profondo orgoglio, perché,  per la prima volta siedo tra i banchi del Consiglio Comunale del mio paese e perché credo che il consiglio comunale sia il luogo di massima espressione della democrazia e del dibattito politico della nostra comunità.

Sono consapevole dell’importante ruolo che oggi mi viene assegnato: di rappresentanza e garanzia degli interessi dei nostri concittadini.

La mia presenza in questo Consiglio e’ stata determinata e voluta dai numerosissimi elettori che mi hanno sostenuta e votata. Consentitemi dunque, di ringraziare pubblicamente tutti i cittadini  che alle precedenti elezioni amministrative mi hanno onorata del loro consenso e della loro fiducia. Fiducia che ricambierò con l’impegno, la serietà e la consapevolezza dell’importanza del ruolo che da oggi ricopro.

La campagna elettorale conclusasi quasi un anno fa, con conseguente elezione di questa maggioranza, alla stessa stregua dello scenario politico nazionale, ha posto l’attenzione sull’esigenza di cambiamento da parte dell’elettorato bisignanese.

Chi, come me, si accinge a fare politica, dunque, deve prendere atto di questa voglia popolare di  cambiamento ed in maniera concreta e consapevole deve dare risposta ai cittadini, adeguandosi. Tenendo il passo. Aprendosi ad una dialettica costante con tutti gli attori sociali e politici presenti sul territorio.

Un cambiamento che non può rimanere mera propaganda elettorale, ma deve trovare riscontro in progetti ed idee che promuovono il territorio, che creano sviluppo e che danno a tutti noi ed alle future generazioni in particolare, un valido motivo per scegliere di restare a Bisignano.

Signor Sindaco, sono cosciente della ristrettezza economica in cui versa il nostro comune al pari di molti altri comuni non solo del meridione: il modo in cui la sua amministrazione saprà affrontare questo problema, senza ulteriormente indebitare ed opprimere i cittadini, rappresenterà la chiave di volta di tutto il suo mandato. In questa direzione vi esorto, pertanto, ad essere attenti a cogliere le opportunità della programmazione europea 2020 per raggiungere obiettivi fondamentali di crescita e sviluppo della nostra comunità.

Tanti sono i temi sensibili su cui vi inviterò al confronto: dal sostegno alle piccole e medie imprese che investono sul nostro territorio, alla riqualificazione del centro storico e sostegno alle attività produttive presenti, dalla sicurezza, al tema dell’occupazione giovanile e non. Su questi temi, e su molti altri, mi auguro che la maggioranza guardi a noi della minoranza come ad una risorsa per poter dibattere sui temi più importanti e delicati del nostro territorio, e di non trasformare questo consesso in una struttura di semplice ratifica di decisioni prese in altre sedi.

Poiché, se compito doveroso ed inequivocabile della minoranza è quello di vigilare sull’operato della maggioranza, allo stesso modo, essa, non si può esimere dal confronto produttivo, quello, in grado di generare valide soluzioni amministrative.

La minoranza con mezzi diversi, ma nella stessa misura della maggioranza, deve avere come scopo ultimo quello di tutelare i cittadini, tutti i cittadini di Bisignano.

Cercherò dunque di essere sempre aperta al confronto, costruttiva, propositiva e mai farò prevalere personalismi, rancori e modus operandi politici, a cui non mi sento di appartenere.

Ragioni queste che mi indurranno a svolgere il mio mandato con dedizione ed impegno, ma soprattutto con spirito critico, valutando ogni singola proposta, idea, programma, progetto, alla luce di criteri oggettivi di sostenibilità ed opportunità di crescita per questo comune, indipendentemente da dove essi provengano, ma con lo sguardo rivolto alla sola finalità perseguita, agli interessi tutelati ed al possibile progresso sociale della collettività bisignanese.

Non esiterò, quindi,  ad approvare proposte valide e di pubblica utilità, ma allo stesso modo farò una seria e dura opposizione su tutte le iniziative che non risultino produttive e costruttive per questo paese.

Con l’augurio che questo consiglio si distingua e venga ricordato come il Consiglio Comunale tra i più propositivi, efficienti e concreti, Vi ringrazio per l’attenzione ed auguro a tutti noi un buon lavoro.

Isabella Cairo