La questione meridionale secondo Pino Aprile

Letture: 1955
R&B Sport

La questione meridionale passa anche dagli affollati banchi dell’Università della Calabria. Per celebrare in maniera controcorrente i 154 anni dell’Unità d’Italia, all’aula “Solano” è stato lo scrittore Pino Aprile ad accendere il dibattito su un Sud alla ricerca di un definitivo riscatto. Ospite del professore Giancarlo Costabile e di “Pedagogia della R-Esistenza”, Aprile ha regalato perle di saggezza e spunti di riflessioni non indifferenti, parlando di come il Sud sia stato negli anni sfruttato, per poi essere lasciato al suo destino, peggiorato soprattutto negli ultimi anni. Le parole di Aprile sono state un campanello d’allarme per chi insiste da anni su questi temi, ma anche per la folla di ragazzi che hanno seguito l’incontro.

folla x pino aprileUn incontro che, come ha sottolineato anche il professore Costabile, è servito per aumentare la coscienza ai ragazzi, ben consapevole di un’università che, troppo spesso, ha nascosto la testa sotto la sabbia in passato. Costabile, partendo dall’assunto di una pedagogia che deve trovare già in sé le necessarie motivazioni, ha ospitato, inoltre, altri volti di un Sud che vuole spiccare il volo. Significativo è stato l’intervento di Franco Napoli, presidente di Confapi Calabria, che ha annunciato la creazione di un laboratorio di pedagogia del lavoro e coesione sociale, come un modo concreto anche per dare delle risposte alle tante belle parole spese negli scorsi mesi.

L’intervento di Maria Teresa Morano, a rappresentare la federazione nazionale antiracket, è stato tra i più sentiti: la donna ha raccontato le battaglie svolte nel reggino e come le mafie possono essere combattute con sacrificio e coraggio. Da segnalare, inoltre, gli interventi del professore Giuseppe Spadafora e del direttore di dipartimento di Lingue e Scienze dell’Educazione, Franco Altimari. Sud chiama Sud, quindi, e si va nuovamente… in campo con un nuovo incontro-dibattito, grazie alla partecipazione di Salvo Sottile, giornalista siculo e volto noto delle reti Mediaset.

Massimo Maneggio