Il Comitato per la Costituzione e i Beni Comuni consegna una copia della costituzione ai diciottenni bisignanesi

Letture: 1329

Il Comitato per la Costituzione e i Beni Comuni consegna una copia della costituzione ai diciottenni bisignanesi

Rinnovata anche quest’anno l’iniziativa della consegna della Costituzione Italiana ai diciottenni bisignanesi da parte del Comitato per la Costituzione e i Beni Comuni presieduto da Umile Daniel Fabbricatore.

Mercoledì 8 maggio, in occasione del seminario organizzato dall’I.I.S. “E. Siciliano” di Bisignano, in collaborazione con l’Università della Calabria e il sopra menzionato Comitato, si è discusso insieme agli studenti dell’Istituto sul tema “La Costituzione repubblicana tra storia e principi fondamentali”, con l’intervento del docente di diritto costituzionale prof. Silvio Gambino.

Il Prof. Rosalbino Turco, nella sua introduzione, ha richiamato il ruolo della scuola come baluardo di difesa della democrazia e costruzione della coscienza critica dei giovani. In seguito, i saluti della vicepreside prof.ssa Nadia Cersosimo che ha sottolineato come il processo di unificazione è stato fondamentale per il nostro Paese, richiamando inoltre il pensiero dei padri costituenti. La Presidente del CDC Unical, Arianna Jennifer Turco, ha sottolineato come la Costituzione sia un grande libro di storia che deve guidare la nostra vita di cittadini, continuare ad essere il baluardo garante della democrazia e della possibilità di attuarla nei suoi principi fondamentali del lavoro, della giustizia e dei diritti.

Dunque, la lectio magistralis del Prof. Silvio Gambino, docente di diritto costituzionale dell’Università della Calabria, che ha magistralmente ricostruito le complesse vicende storiche, istituzionali e politiche che segnarono gli anni dell’entrata in vigore della costituzione italiana. Ha dunque invitato a dialogare sul concetto di modernità e contemporaneità in relazione a quanto sta avvenendo nel nostro Paese e ha riaffermato il principio contenuto nell’articolo 34 che garantisce il diritto all’istruzione.

Infine, a tutti i maturandi è stata donata una copia della Costituzione Italiana come augurio per l’acquisizione dello stato di cittadini italiani a tutti gli effetti e a far proprio nel loro avvenire il bagaglio dei valori e dei principi contenuti nella carta fondamentale della Repubblica Italiana.