I giovani democratici fanno il punto

Un carissimo augurio di buon Natale e di buon anno a tutti i cittadini di Bisignano e a tutti i lettori da parte mia e di tutta la sezione dei Giovani Democratici di Bisignano. Quello appena trascorso è stato, dal punto di vista politico, un anno intenso, sia a livello nazionale che locale. Il nostro segretario Matteo Renzi diventa premier, rendendo il PD mero partito di governo, modificandone l’impostazione politica e innescando un percorso di cambiamento impossibile da ignorare. Mario Oliverio viene eletto Presidente della Regione Calabria: il centrosinistra ha finalmente la possibilità di scrivere una nuova pagina di governo della Regione Calabria. Inizia per noi un percorso molto difficile, che dovrà far emergere la Calabria dalle bassissime condizioni in cui è stata fatta sprofondare dalla gestione fallimentare di un centro-destra liberal-populista che, per sopperire alle gravi mancanze amministrative, ha concepito la cosa pubblica come una cosa privata, uno strumento per alimentare le proprie clientele e rimanere in vita. Mario Oliverio si è dimostrato, come sempre, l’unico competitor, non populista, ma popolare e di sinistra, in grado di dare una vera svolta al Governo della Calabria: a lui un grande in bocca al lupo e i migliori auguri. A Bisignano invece, i fallimenti di questa amministrazione comunale, hanno mescolato le carte del panorama politico locale, portando parti della maggioranza ad uscire e pezzi dell’opposizione a compattarsi e rafforzarsi. Senza guardare al giardino altrui, pensando al PD, il mio augurio insieme a quello di tutti i GD è che il centrosinistra bisignanese diventi al più presto un soggetto politico, e che quindi l’operato del nostro segretario Perri vada avanti per la sua strada. Il Pd Bisignanese, negli anni ridotto a brandelli e decimato, può ora prendere respiro e non ripetere quegli errori che nel passato lo hanno solo indebolito, contribuendo a costruire l’ascesa della cattiva amministrazione a Bisignano. Non saranno concessi tentennamenti o indugi nella costruzione del nuovo soggetto politico, che dovrà accogliere tutti i centristi che guardano al PD con interesse. L’augurio è che nel 2015 le insicurezze vengano messe da parte e maturino le scelte migliori. In caso contrario a perdere saremo noi insieme ai cittadini bisignanesi, i quali da troppo tempo aspettano un’amministrazione capace e competente e ogni volta si ritrovano, a causa della nostra impreparazione, un centrodestra senza progetti reali e concreti. La chiarezza e la limpidità amministrativa saranno l’arma giusta contro il populismo liberale degli anni passati; un populismo speculare ai cattivi amministratori della Regione Calabria e strutturato in un sistema di grandi e piccoli capibastone. È chiaro come questo sistema crei poi immobilismo democratico, cosicché, a parte gli “addetti ai lavori”, nessuno è spinto ad interessarsi alla cosa pubblica nel nostro piccolo comune: questo spiega la scarsa popolarità, sicuramente voluta, dei consigli comunali. Tale immobilismo non è solo democratico, cioè non solo esclude i tanti dalla cosa pubblica, ma tra l’altro rende deficitaria l’amministrazione stessa, cosicché tutte le promesse fatte negli anni passati sono state disilluse e, a parte gli irrinunciabili estimatori per interesse, il peso politico della forza di maggioranza a Bisignano è palesemente calato. Irrilevanti sono le inchieste giudiziarie, in quanto toccano la sfera personale e privata del cittadino: siamo garantisti,  lasciamo giudicare alla giustizia la moralità e l’illegalità delle azioni private; a me e a tutti i GD interessa l’operato politico dell’amministrazione, il quale ci lascia le tasse più alte d’Italia, un problema rifiuti sempre più incombente, stipendi non pagati ai propri dipendenti, svendita e privatizzazione di tutto ciò che era pubblico, continui debiti fuori bilancio e altre simili situazioni caotiche, come la questione dei conti correnti bloccati di questa estate. Bisignano deve essere una città aperta, capace di accogliere tutti, giovani, bambini e anziani. Deve poter dare opportunità a tutti e non a pochi. Il nostro è un acclamato augurio al centrosinistra locale affinché possa crescere e diventare nel corso del 2015 florido come un tempo.

 

Aurora Trotta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here