Hamilton al top in Gp Spagna

Letture: 2091

LEWIS HAMILTON TRIONFA ANCHE IN SPAGNA. BLACK OUT FERRARI
Lewis Hamilton conquista la seconda vittoria stagionale – 64.esima in carriera – nel GP di Spagna. Sul circuito di Barcellona, il pilota inglese centra il bis dopo il successo ottenuto nel GP dell’Azerbaigian. Un assolo quello Mercedes, che approfitta della debacle in casa Ferrari. Completano il podio l’altra Mercedes di Valtteri Bottas, e la Red Bull di Max Verstappen. Gara decisa già alla partenza. Hamilton dopo la pole ottenuta nelle qualifiche di sabato, ha messo tutti in riga con un GP dominato dall’inizio alla fine. La Ferrari di Vettel ha tagliato il traguardo in quarta posizione dopo l’ennesimo errore del muretto. Per la prima volta in stagione, le rosse rimangono fuori dal podio. Un problema al motore sulla rossa di Raikkonen, e un errore del muretto Ferrari, hanno consentito alla Mercedes di conquistare i gradini più alti del podio. Dopo la prima sosta, Hamilton guidava la corsa davanti a Vettel e Bottas, ma i meccanici Ferrari, approfittando di una Virtua safety car al 41esimo giro, hanno richimato Vettel ai box per montare la gomma media. Una scelta, che ha compromesso la gara del ferrarista, costretto ad inseguire anche le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo. In un GP caratterizzato dal monologo Mercedes, si registra l’incidente alla partenza di Romain Grosjean, che dopo il decimo tempo ottenuto in qualifica con la Haas, ritarda la frenata, e travolge le vetture di Hulkenberg e Gasly. I tre piloti sono stati costretti ad abbandonare la gara. In classifica, Hamilton aumenta a 17 lunghezze il vantaggio su Vettel. Tra due settimane tra i muretti di Montecarlo servirà un immediato riscatto.
GP Spagna, Barcellona, 4.655km, 66 giri, 307.107km totali.
Griglia di partenza
1 L. Hamilton (Mercedes) 1’16”173 2 V. Bottas (Mercedes) 1’16”213, 3 S. Vettel (Ferrari) 1’16”305 4 K. Raikkonen (Ferrari) 1’16”312, 5 M. Verstappen (Red Bull) 1’16”816 6 D. Ricciardo (Red Bull) 1’16”818, 7 K. Magnussen (Haas) 1’17”676 8 F. Alonso (McLaren) 1’17”790, 9 C. Sainz (Renault) 1’17”790 10 R. Grosjean (Haas) 1’17”835, 11 S. Vandoorne (McLaren) 1’18”323 12 P. Gasly (Toro Rosso) 1’18”463, 13 E. Ocon (Force India) 1’18”696 14 C. Leclerc (Alfa Romeo) 1’18”910, 15 S. Perez (Force India) 1’19”098 16 N. Hulkenberg (Renault) 1’18”923, 17 M. Ericsson (Alfa Romeo) 1’19”493 18 S. Sirotkin (Willimas) 1’19”695, 19 L. Stroll (Williams) 1’20”225 20 B. Hartley (Toro Rosso) no time.
Ordine d’arrivor
1 L. Hamilton 1h35’29”972, 2 V. Bottas +20”593, 3 M. Verstappen +26”873, 4 S. Vettel +27”584, 5 D. Ricciardo +50”058, 6 K. Magnussen +1 giro, 7 C. Sainz +1 giro, 8 F. Alonso +1 giro, 9 S. Perez +2 giri, 10 C. Leclerc +2 giri, 11 L. Stroll +2 giri, 12 B. Hartley +2 giri, 13 M. Ericsson +2 giri, 14 S. Sirotkin +3 giri.
Classifica piloti
L. Hamilton 95 punti, S. Vettel 77, V. Bottas 68, K. Rakkonen 48, D. Ricciardo 47, F. Alonso 32, M. Verstappen 32, N. Hulkenberg 22, C. Sainz 19, K. Magnussen 19, S. Perez 17, P. Gasly 12, C. Leclerc 9, S. Vandoorne 8, L. Stroll 4, M. Ericsson 2, E. Ocon 1.
Classifica costruttori
Mercedes 153, Ferrari 126, Red Bull 80, Renault 41, McLaren 40, Haas 19, Force India 18, Toro Rosso 13, Sauber 11, Williams 4.
Prossimo appuntamento 27 maggio GP Monaco – Montecarlo.