Gli Arbëreshë commemorano i defunti

Letture: 6394

Nel rispetto della tradizione greco-bizantina, le comunità italo albanesi si apprestano a commemorare i defunti. Una ricorrenza molto sentita nei paesi arbereshe della provincia di Cosenza come Santa Sofia d’Epiro e San Demetrio Corone. La commemorazione dei defunti in questi paesi, si tiene il sabato precedente la prima la domenica di Carnevale e dodici giorni prima delle Ceneri.

Secondo la credenza, questa settimana dedicata ai defunti (Java e Prigatorëvet) ha le caratteristiche di una festa popolare, durante la quale le anime dei morti tornano nel luogo in cui hanno vissuto. Per accoglierli nel migliore dei modi le case vengono mantenute pulite e ordinate e ogni famiglia prepara dolci tradizionali e grano bollito da distribuire alla gijtonja (al vicinato). Tradizioni e momenti religiosi pieni di significati storici si alternano per tutta la settimana in memoria di chi non c’è più, fino a Sabato, quando secondo la credenza popolare, i morti sono obbligati a ritornare nell’oltretomba, distaccandosi dai propri cari.

Il penultimo Sabato che precede le ceneri si conclude la settimana “dei morti albanesi”: la tradizione vuole che a Santa Sofia d’Epiro ci si avvia in processione nel cimitero, per la benedizione collettiva delle tombe e dell’ossario e dove il sacerdote è solito bussare tre volte nella porta di ferro che demarca il limite tra il mondo dei viventi e quello dei defunti.

Celebrazione defunti Arbereshe
Celebrazione defunti Arbereshe (Foto: mariodalfonso.com)

In memoria dei defunti non mancherà chi tra le tombe offrirà ai presenti bevande, vino e cibarie rinnovando così una secolare usanza.