Gemellaggio, Bisignano si lega ad Acri, Paola e Longobardi

Letture: 528

Svolto nel pomeriggio il consiglio comunale speciale, che lega Bisignano a tre paesi sul piano religioso. Ecco le motivazioni espresse in Consiglio comunale

Premesso che negli indirizzi politico-amministrativi del Comune di Bisignano, Acri, Longobardi e Paola rientra l’impegno alla creazione di una cittadinanza attiva e partecipante attraverso iniziative di gemellaggio, ritenute un utilissimo strumento di sensibilizzazione politica, di mobilitazione e di cooperazione tra enti locali, nonché un’opportunità per lo sviluppo dell’offerta turistica dei cammini religiosi italiani e di conoscenza tra comunità accomunate da elementi storici, culturali, sociale e religiosi.
Che nell’Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano la bellezza della storia, delle tradizioni e la cultura dei luoghi significa anche bellezza dell’anima; un connubio di fede e di cultura che alimenta da sempre i cammini devozionali in luoghi ricchi di testimonianze storico-artistiche, legati a figure esemplari che la Chiesa Cattolica ha già indicato in anni lontani e recenti come modelli di santità per l’oggi.


Che i Comuni di Bisignano, Acri, Longobardi e Paola vantano una storia ed una tradizione preziose, importanti e profondamente radicate nelle rispettive comunità.
Che in questi territori nacquero e operarono rilevantissime figure della religiosità: San Francesco nel Comune di Paola, Sant’Umile e San Proclo nel Comune di Bisignano, Sant’Angelo e il Beato Francesco Maria Greco nel Comune di Acri, San Nicola Saggio nel Comune di Longobardi.
Che i Comuni di Bisignano, Acri, Longobardi e Paola hanno, ormai, acquisito rilevanza nazionale ed internazionale, specie nei luoghi di peregrinazione di questi protagonisti spirituali già improntati, durante la loro vita, alla santità;
Che i Sindaci e gli Amministratori dei quattro Comuni hanno inteso intraprendere un percorso per la creazione di un gemellaggio atto a cementare e fortificare la consapevolezza di appartenere a una storia bella e importante, fatta di valori umani e cristiani profondamente radicati in tutta l’area di riferimento;

Certi d’interpretare il diffuso sentimento unanime delle rispettive cittadinanze, i sindaci di Bisignano, Acri, Longobardi e Paola sottoscrivono ufficialmente il patto di gemellaggio che poggia le sue basi sui valori e gli intendimenti precedentemente espressi. Le quattro comunità si impegnano ad instaurare, sviluppare e consolidare proficui rapporti di amicizia, ospitalità, incontro, scambi culturali e conoscenza reciproca. Rapporti che oggi vengono consolidati con il sigillo del gemellaggio.

Bisignano, lì 19 Marzo 2024