Fondi-Cosenza 1-2, i rossoblù ora sono quarti in Lega Pro

523
  • di Massimiliano Aquino

 

Archiviata la – sofferta – vittoria contro il Francavilla, i lupi del Cosenza affrontano nell’ottava giornata di campionato il Fondi di mister Sandro Pochesci, reduce dalla sconfitta contro il Monopoli. Allo stadio Domenico Purificato di Fondi, si affrontano due squadre dalle ambizioni diverse. Da una parte il Cosenza lanciato verso le zone alte della classifica, si presenta con un bilancio di tre vittorie e un pareggio nelle ultime quattro partite, dall’altra il Fondi con tre pareggi e una sconfitta in altrettanti match. Una sfida particolare per l’estremo difensore del Cosenza Perina a caccia del record di imbattibilità – 360 minuti senza subire gol -, e per il centrocampista Criaco che festeggia la presenza numero 101 con la maglia rossoblu. Assente per squalifica dalla panchina rossoblu mister Roselli, al suo posto il vice allenatore De Angelis.

Primo tempo – I padroni di casa provano subito a dettare i ritmi di gioco, e al 4′ di gioco passano subito in vantaggio con un calcio di rigore battuto da Albadoro in seguito al fallo in area di Corsi su Calderini. Passano i minuti e il Filippini Cosenza 2-1Cosenza inizia a manovrare l’azione offensiva. Al 7′ Mungo viene anticipato dal portiere mentre si appresta a calciare in porta. Gli undici di mister Pochesci ci provano in contropiede, ma la retroguardia del Cosenza respinge le azioni offensive degli avversari. Cosenza in gol all’11’ di gioco sugli sviluppi di un calcio di punizione con Tedeschi che ribatte in rete un pallone respinto male dal portiere Baiocco. Al 21′ di gioco Perina allontana dall’area il cross di Squillace. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Tiscione segna il gol del vantaggio per i padroni di casa, ma l’azione viene annullata per fuorigioco. Il Cosenza si rende pericoloso soprattutto con Statella che al 25′ sbaglia il controllo del pallone su un’azione di contropiede. I padroni di casa provano a conquistare metri sul campo, ma è il Cosenza a creare maggiori pericoli agli avversari con le ripartenze sulla sinistra. Sul finale del primo tempo il Fondi prova ad attaccare con una serie di calci d’angolo, ma la difesa rossoblu è ben organizzata nel reparto difensivo. Al 45′ Tiscione batte un calcio di punizione dal limite dell’area rossoblu, ma un super Perina salva il risultato. Termina con il risultato di parità il primo tempo della partita.

Secondo tempo – Il secondo tempo riprende con i padroni di casa che manovrano il gioco e con il Cosenza pericoloso nelle ripartenze. Al 51′ della ripresa il solito Statella serve in area Mungo, ma l’azione offensiva è vanificata da un tiro debole. Il Fondi ci prova dalla distanza con un tiro di Calderini al 10′ di gioco, ma il tiro è respinto dall’estremo difensore del Cosenza. Al 57′ punizione per il Fondi dai 30 metri, ma il tiro si infrange sulla barriera. Protesta il Cosenza al 60′ di gioco per un fallo di mani in area dei padroni di casa, ma il direttore di gara lascia proseguire. Al 62′ pericolo in area rossoblu con una punizione a due in area per un fallo di Perina – ammonito –  che prende con le mani un retropassaggio di Corsi.

Cosenza in vantaggio al 69′ di gioco con il neo entrato Filippini che ribatte a rete un traversone di Statella terminato sul palo. Il Fondi prova subito a pareggiare al 73′ con Calderini che da pochi passi si vede deviare da Perina la conclusione in angolo. Al 77′ Statella lascia il Cosenza in 10 per un’entrata irregolare con i tacchetti, per il direttore di gara è rosso diretto. I padroni di casa provano ad approfittare della superiorità numerica  con un colpo di testa di Iadaresta ma Perina è attento sulla conclusione. All’ 85′ di gioco calcio di punizione dai 25 metri per il Cosenza, ma l’azione finisce sul palo. Termina dopo 5′ di recupero e con i lupi vittoriosi per 2 a 1 la sfida tra Fondi e Cosenza. La classifica inizia a sorridere al Cosenza che si porta a -4 dalla coppia di testa Foggia e Lecce al comando con 20 punti.

Tabellini

Fondi – Cosenza

Fondi: Baiocco, Galasso (6′ Tommaselli), Signorini, Squillace, Varone (50′ D’Agostino), D’Angelo, De Martino,  Calderini, Albadoro (74′ Iadaresta) , Tiscione, Fissore. All. Pochesci

A disposizione: 1 Coletta, 2 Di Sabatino, 13 Bertolo, 21 Pompei, 15 Guadalupi, 16 Capuano, 14 Battistoni, 17 Addessi.

Cosenza: Perina, Corsi, Tedeschi, Madrigali, Pinna, Criaco, Capece (69′ Ranieri), Caccetta, Gambino (81′ Baclet), Statella, Mungo (67′ Filippini). All. De Angelis

A disposizione: 22 Saracco, 13 Meroni, 15 Bilotta, 14 Appiah.

 

Direttore di gara Pagliardini di Arezzo

Assistenti: Spiniello di Avellino e Lombardi di Castellammare di Stabia

Stadio Domenico Purificato – Fondi

Marcatori: 4′ Albadoro (F) 11′ Tedeschi (C), 69′ Filippini (C)

Ammoniti: Corsi (C) Gambino (C) Perina (C) Caccetta (C) Fissore (F)

Espulsi: Statella (C)

Migliore in campo: Perina (C) Tiscione (F)