Febbraio 1983, il nuovo comitato Direttivo della Sezione Comunista “R. Mari”

Letture: 1228

Proponiamo un articolo del 1983 a firma Umile Bentivedo sul Confronto che ripercorre brevemente la storia del Pci di Bisignano. Utile a non disperdere il patrimonio politico e culturale che in questi anni è stato prodotto, storia da non rimuovere ma che aiuta a riflettere e ragionare per la costruzione di nuovi percorsi politici e sociali.

Il Congresso nazionale, tenutosi il 6 febbraio 1983, ha eletto il Comitato Direttivo della Sezione Comunista “R.Mari” di Bisignano: e, quest’ultimo, riunitosi l’11 marzo, nei locali della Sezione, siti al Viale Roma, ha designato il nuovo Segretario: il sesto dal 1944 ad oggi.

La Sezione del PCI di Bisignano venne fondata nel 1944 ad opera di un ufficiale dell’Armata Rossa Sovietica che era stato internato dal Nazismo nel campo di concentramento di Tarsia.
Lo stesso anno questi lasciava Bisignano e, quindi, la carica di segretario, per recarsi nei Balcani e continuare la guerra partigiana: gli succedeva Domenico De Marco, che rimaneva in carica, riconfermato, fino al 1948, quando veniva arrestato, per la partecipazione alle lotte contadine.
Nel 1948 la Sezione eleggeva, così, Federico D’Aiello e nell’anno successivo Carmelo Lo Giudice, rieletto fino al 1971, quando gli subentrava Angelo Rosa, riconfermato ripetutamente, fino al 1983. Adesso è stato eletto Segretario Franco Murano.
Il Direttivo ha provveduto alla elezione della Segreteria, della quale fanno parte Pietro Amodio, Umile Bentivedo, Angelo Rosa e Rosalbino Turco. I probiviri hanno eletto presidente Umberto Mauro.
Ai neo-eletti auguriamo buon lavoro.

Umile Bentivedo
Confronto – 1983