Elezioni comunali, le liste dei Candidati

elezioni129-150x150 Elezioni comunali, le liste dei Candidati

Sono state presentate le 3 liste dei candidati per le prossime elezioni del 6-7 maggio 2012.

LISTA 1: Solidarietà e Partecipazione – Candidato a sindaco: Umile Bisignano

Algieri Andrea
Amodio Claudio
Bisignano Fernando
Castrovillari Sara
D’Alessandro Mario Umile
De Luca Pietro
Falcone Francesco
Grispo Damiano
Maiuri Umile
Migliuri Luciano
Puzzo Ernesto
Ritacco Gianluca
Sangermano Pasquale
Sireno Fabiana
Tortorella Umile Francesco
Vocaturo Franco

LISTA 2: Bisignano al centro – Candidato a Sindaco: Francesco Fucile
Vilardi Sandro Tullio
Amodio Enrico
Astuni Michele
Bevagna Vincenzo
Campise Antonio
Cariati Franco
Chiaravalle Francesco
De Bonis Luca Antonio
Esposito Pietro
Guarnieri Eva
Gencarelli Cinzia
Liguori Giuseppe
Nicoletti Lucantonio
Rago Elio
Paterno Vincenzo
Iaquinta Giuseppe

LISTA 3: Alleanza Democratica – Candidato a Sindaco: Francesco Lo Giudice
Alfano Vincenzo
Amodio Francesco detto Franco
Cairo Roberto
Camera Giuseppe
Capizzano Rita
Esposito Pietro detto Giampiero
Falcone Raffaele
Gallo Antonio detto Antonello
Guido Alessandro
Mosciaro Albino
Paldino Elvira
Pugliese Francesca
Ritacco Umile
Russo Franco
Savaglia Nadia
Sisca Luigi detto Gino

Scarica le liste dei Candidati per le elezioni comunali 2012 – Formato PDF

43 Commenti

  1. Amici ho letto chi è nelle liste, abbiamo l’occasione di mandarli tutti a casa per sempre in un colpo solo…….. Boicottiamo LoGiudice e mandiamo a casa tutti i vecchi una volta per sempre….. Abbiamo l’occasione…. Lo Giudice è giovane e preparato alla prossima tornata elettorale vincerà con un paese più pulito…..

  2. Strano! Vi sono altri candidati nelle 2 restanti liste, diciamo “vecchi”, ma non ne parlate. Come mai?Che ognuno pensi e voti come meglio crede.

  3. C’è poco da meravigliarsi, che si voleva il rinnovamento nelle ultime settimane? La politica o la si fa costruendo qualcosa nel tempo, e parlo di anni, cioè una squadra che sappia il fatto suo, altrimenti la logica dei conti in tasca produce le alleanze dell’ultim’ora, La realpolitick de stocaxxo, però funziona così. E’ finita, se non succede qualcosa di grosso all’esterno è finita per sto villaggio che è solo lo specchio di uno stato decadente.

    • La lista numero uno e´lúnica per governare la nostra amata Bisignano……non e detto che un laureato sappi meglio di un non…….l´esperienza e´ anche importante

      • Sono daccordo con te Fabio ci vuole molta esperienza per governare un paese di 12.000 abitanti ……Umile non è stato il massimo ma altri al posto suo avrebbero fatto di peeggio!!

  4. Parliamo invece della lista numero uno, ma avete visto chi c’è ? Certo brave persone , ma adatte a fare cosa ? Sicuramente il loro mestiere , che non è certo quello di dirigenti di un comune ; la maggior parte di loro non hanno nemmeno un titolo di studio . Affidare loro il nostro comune è come andare in balia delle onde . Cerchiamo di essere razionali !

    • nelle altre liste non Eisten…. il problema vero è che i laureati di questa città ed i professionisti sono schifati da questa politica…. e se ne stanno lontani…

      • e giustamente……!!!!??? E’ facile lavarsi le mani come Pilato. Sicuramante è degno di ammirazione chi lotta per le cose in cui crede .

  5. scusate e parlo in particolare con Luigi, ma non è che quaesto sito è “boicottato” dai Black????? ecco la famosa citazione : ” buanasera popolo di Bisignano, io mi chiamo Umile come il Santo e Bisignano come il paese”!!!!! L’uomo che si paragonò al divino..!!! e fate attenzione, con queste parole diede il massimo di sè… tutto il resto fu noia e desolazione….!

  6. solo una cosa voglio dire: il titolo di studio non è spesso sinonimo di buona amministrazione. Lo Giudice Carmelo dai palchi ricordava sempre alla gente di non avere un titolo di studio e la gente lo votò per decenni. Li abbiamo anche avuti gli amministratori laureati e la gente ha avuto modo di valutarli. Sicuramente la lista che mi ha suscitato più stupore è quella di Francesco Lo Giudice, che rappresenterà pure un volto nuovo, giovane, ma mi sembra un agnello invitato a cena dai lupi. Penso che la sua lista sia una buona operazione di immagine per ridare un pò di verginità a tanti politici navigati. E’ la squadra che conta, Lo Giudice senior ne aveva una che ubbidiva ciecamente a tutti i suoi comandi, il figlio invece si ritrova con personaggi che non sono disponibili a “inghiottire rospi”. In poche parole, io tutto questo rinnovamento nella sua lista non lo vedo…

  7. Rinnovamento nella lista Lo giudice???????? Ma scherziamo????? Francesco mi dispiace dirlo ma è un burattino messo li per coprire tutta le schifezze di quella lista, se dovessero vincere loro sono sicuro che sarà la peggiore amministrazione mai avuta a Bisignano e questo e quanto dire…….!!!!!!!

  8. Ma guardate in faccia la realtà per favore….mai nessuna amministrazione potrebbe essere peggio di quella che c’è stata finora!!!!!!! ma avete idea delle condizioni in cui è caduto il nostro paese??? Almeno Francesco Lo Giudice una moralità ce l’ha e degli ideali pure, e anche se vogliamo parlare dei componenti della sua lista, pur essendo alcuni di essi persone già viste sulla scena politica degli anni passati, credo che nessuno di loro sia mai sceso al livello di un certo Umile Bisignano…. !!!!! quest’ultimo è solo un motivo di grande imbarazzo e vergogna per il nostro paese e per noi bisignanesi.

  9. Bravo Francesco hai perfettamente ragione; nessuna amministrazione potrà mai essere peggiore di quella uscente. Tutti i candidati cosiddetti big della lista Lo Giudice , hanno il merito ,se non altro , di essersi astenuti dall’assecondare certe bassezze alle quali Umile Bisignano è sceso .

  10. DOMANDONE:
    Tranne il candidato a Sindaco, quali sono le differenze tra la vecchia lista di Umile Bisignano e quella “nuova” di Francesco Lo Giudice??

  11. moralità e ideali? Mi sembra un insulto l’intelligenza delle persone parlare di ideali e moralismo. Se queste qualità ci fossero state alcuni nomi non sarebbero apparsi nella lista di Lo Giudice… solo i fessi e quelli che sono portatori di interessi reali litigano per le questioni di politica locale mentre coloro che la politica la fanno, l’accordo che gli conviene lo trovano sempre…

  12. RISPOSTONA:
    Nessuna!!!! stessi protagonisti e se bisignano è in questo stato e anche merito (e non in piccola parte) dei vari Gallo, Cairo etc…. quindi non ci prendiamo in giro Francesco non si discute sani principi e tutto quello che volete ma un amministrazione con questi assessori è destinata solo a continuare quello che ha lasciato Blac e cioè DEVASTAZIONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Detto questo bisogna dire che anche le altre liste non sono di meno…. Saremo come sempre costretti a scegliere tra il male minore! e onestamente mi sono rotto il cazzo!!! possibile che un paese come il nostro, terra di cultura e di santi non riesce ad esprimere nuovi volti nuovi scenari politici? possibile che ancora oggi il medico porta 200 voti l’infermiere pure e cosi via…. possibile che siamo cosi stupidi, possibile che siamo cosi arretrati?????? BOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  13. Le liste alla fine sono lo specchio della società in cui viviamo.. Se ormai essere una persona moralmente integra significa essere dei perdenti,mentre essere arraffoni senza morale significa essere un vincente, chi usa il cervello se ne sta da parte e lascia che si sbranino fra di loro…Mi è piaciuto il post di Pasquale che ha colto nel pieno la realtà politica Bisignanese …

  14. RISPOSTONA a Ludovico
    La risposta è che nella lista Lo Giudice pur essendoci soggetti che in passato sostennero l’Umile solo di nome , restano persone capaci , che hanno saputo ritornare sui propri passi e mettono la loro pluri decennale esperienza al servizio di un paese precipitato nella schifezza a causa di persone ignoranti , presuntuose , incapaci , impreparate , testarde , ecc. o vogliamo continuare ad affidare il nostro paese a un operaio addestratore di cavalli , ad un coltivatore diretto e a chi , in un consiglio comunale sarebbe solo in grado di riscaldare la sedia ?!

  15. X il borghese Giuseppe; Bisignano è un paese che vive di agricoltura e di pastorizia nn è vergogna portare esponenti che operano in questo ramo nel consiglio comunale; secondo me è vergognoso vedere Roberto Cairo che insieme al fratello iniziano ad operare…. oppure Gallo che promette… pensioni anticipate… e il puparo Attico… ; si hanno mangiato il paese… De bonis che è succube di chi lo tiene dalla cravatta ecc ecc…

  16. X il borghese Giuseppe; Bisignano è un paese che vive di agricoltura e di pastorizia nn è vergogna portare esponenti che operano in questo ramo nel consiglio comunale; secondo me è vergognoso vedere Roberto Cairo che insieme al fratello iniziano ad operare…. oppure Gallo che promette… pensioni anticipate… e il puparo Attico… ; si hanno mangiato il paese… De bonis che è succube di chi lo tiene dalla cravatta ecc ecc…

  17. x il proletario Carlo ; partendo dal presupposto che ogni mestiere è degno di stima e rispetto è altrettanto vero che ognuno deve operare nell’ambito delle proprie competenze . . . altrimenti l’ignoranza ( dicasi di chi ignora ciò che deve fare ) fa sprofondare il paese ancora più in basso .

  18. A breve inizierà la campagna satirica del nuovo profilo facebook…. ci sarà da ridere veramente dopo aver già riso per la lettura delle liste elettorali…. w Bisignano i Bisignanesi S Umile e tutte le fregature ed eresie che direte….. Votare è un dovere civico votare scheda bianca è un diritto del cittadino!!!!

  19. Assisto a questa discussione con stupore. Si stupore poichè dai principi generali giusti o sbagliati che siano si finisce sempre per discutere di tizio piuttosto che caio riassumendo la storia politica dell’uno e dell’altro, non trovando mai un punto di incontro. quel punto di incontro di cui a politica è l’essenza. La mediazione, l’unità di intenti è cosa sconosciuta sia alla molteplicità della classe politica bisignanese e sia all’elettore bisignanese il quale conferisce il suo voto non a persone coerenti, spesso preparate e titolate, bensi a persone che, capaci di promesse e promesse, si ergono a risolutori dei problemi personali di ogni elettore contattato per chiedere il voto: questi signori, di volta in volta, divengono in grado di risolvere (a parole) ogni sorta di problema e sono pefino in grado di far passare come “favore” un diritto di legge approfittando della scarsa cultura dell’elettore il quale si convince che l’intervento di tale “notabile” abbia risolto la questione!
    La verità è che il popolo bisignanese vuole tutto e subito ed è disposto ad affidare il suo voto a chi è in grado (a parole) di soddisfare tale aspettativa. L’essere umano in genere è ben predisposto a “credere” a cose a lui favorevoli che contrarie e chi conosce la prima legge ci comunicazione politica ovvero “dire alla gente quello che la gente vuol sentirsi dire” la mette in campo senza scrupoli solo per ottenere quel sospirato “voto”, per sedere tra i banchi di un consiglio comunale, senza sapere come funziona e cosa può o deve fare in quell’assise. Questo è il caso di Bisignano, ma a ben vedere tra le liste ci sono persone coerennti, preparate e titolate, ma siccome hanno queste caratteristiche per chiedere il voto non usano la predetta “prima legge di comunicazione” quindi queste persone rischiano di restare a casa ed ecco che la città di bisignano potrebbe ritrovarsi sempre rappresentata dai soliti noti. Se volete che ciò non accada dovete affiadre il vostro voto sicuramente a chi non promette “mari e monti”. Ognuno dentro di sè sa chi scegliere. Lo faccia secondo coscienza e non perchè amico o parente. Amministrare la cosa pubblica significa fare l’interesse della collettività. Ricordatelo! In questa campagna elettorale tutti hanno la possibilità di lasciare a casa chi per troppo tempo è saltato da una lista all’altra badando solo ai propri interessi. Bisignano non ha bisogno di queste persone. Per una volta diamo spazio a chi non primette, otterremo sviluppo economico di cui tutti, chi più chi meno, ne beneficerà.

  20. cmq la prima cosa da fare che è sicuramente la più urgente per il nostro paese è quella di mandare a casa una volta per tutte Umile Bisignano…. non è in grado di ricoprire una simile carica e i risultati sono evidenti. che poi già solo presentarlo in pubblico è una vergogna…la gente anche al di fuori del paese ci ride quando ne parla…. e basta!!! non facciamoci più prendere in giro, non prendiamoci in giro!!! ma possibile che c’è ancora gente che non ha aperto gli occhi???? Umile Bisignano se non lo togliamo noi di torno va a finire che lo portano via con la forza con tutti i processi giudiziari in cui è implicato. Che poi è anche vero che in tutte le liste c’è e ci sarà sempre qualche persona che non ci piace, ma il peggiore di questi non arriverà mai ad equiparare il Black. La verità è che abbiamo bisogno di gente che sappia ragionare, è questo il vero punto della situazione… e che faccia qualcosa di concreto e non solo false promesse, come anche prima qualcuno ha detto!!! Poi c’è chi parla di vecchi personaggi della scena politica che tornano nuovamente a candidarsi … ma insomma io credo che non vi vada mai bene niente, perchè se sn tutti giovani c’è chi parla di inesperienza e incapacità a governare, se sono tutti vecchi si ambisce al rinnovamento…. per cui un punto di incontro potrebbe essere vecchi e giovani insieme….no??? qualcuno li dovrà pur avviare alla politica questi giovani… proprio in senso pratico. E chi può farlo se non qualcuno con un po’ più di esperienza???? quindi per quale ragione prendersela con Cairo, Gallo ecc, che hanno deciso di sostenere questi giovani??? Evidentemente loro stessi hanno pensato ad un rinnovamento… che deve avvenire certo, ma in maniera graduale. Non possiamo presentare una lista di ventenni e sperare che ottengano buoni risultati. Mi sembra cosi logico il discorso.

    • Non capisco cosa ci sia di logico in quello che dici?! Comunque ognuno ha le sue idee.
      Come se per amministrare servisse “la pratica” non è mica un mestiere!
      Serve la conoscenza del diritto amministrativo, dello stauto municipale e di tutte le disposizioni che regolamentano gli uffici e la vita amministrativa dell’ente.
      Chi vuole amministrare o meglio governare con l’esperienza è meglio che se ne stia a casa!
      Il paese non chiede a nessuno di portare la “croce” perchè quella conclamata croce è la poltrona di Sindaco compresa di oneri ed onori.

  21. Parlo con Raf…quello che dici è vero, cioè è vero che la conoscenza come dici tu è fondamentale,e infatti io per primo non voglio pensare che ci sia ancora chi appoggia umile bisignano, proprio perchè in quella lista le persone e la conoscenza in campo politico sono due cose distinte e separate. ma è anche vero che la conoscenza non è tutto…perchè io credo che l’esperienza serva in qualsiasi campo,nella vita in generale e quindi anke in campo politico-amministrativo!!cmq speriamo che si pensi prima di tutto al bene del paese, per chiunque rivestirà la carica di sindaco!!!!!

    • Il Sidaco è “solo” il capo di un’amministrazione e non un dittatore indiscusso. Se comportamenti di genere si verificano all’interno di un gruppo di potere, significa che i componenti che lo compongono e si trovano in posizione di Staff, non hanno la forza per contrastare il capo. Questa forza proviene dalle “preferenze di voto” le quali determinano un peso all’interno del gruppo di potere.
      Quindi a prescindere da pregi e difetti del futiro Sindaco, molto dipenderà dai pregi e difetti della furura Giunta. Visto che il candidato sindaco, oltre a se stesso presenta una “lista” è tra quella lista che bisogna scegliere le persone giuste, quelle oneste e coerenti, quelle preparete e titolate, ed anche con un pò di esperienza, come qualcuno sostiene.
      Da semplici informazioni”di paese” ho scoperto che al di fuori dei soliti noti esistono in tutte e tre le liste persone che meriterebbero il mio voto. Sicuramente bisogna sentire qul’è il programma elettorale cjhe le liste presentano per il paese. Un programma basato su cose “fattibili” e non su opere faraoniche tipo il berlusconiano “ponte sullo stretto di Messina”.
      Tutti i candidati a Sindaco hanno pregi e difetti che, se vogliamo, possiamo considerare equivalenti, quindi bisogna puntare sui componenti delle rispettive liste e preferire i Giovani, in fondo il futuro di questo paese è loro, lasciamo che siano loro ad assumersi quelle responsabilità con cui domani dovranno confrontarsi senza alibi!

  22. Ma indubbiamente il sindaco non è il dittatore indiscusso…che Dio ci guardi bene dai dittatori!!!! anche se più che Dio, penso che dobbiamo essere noi a far si che ciò non accada…. a tenere alla larga quelle persone che abusano del loro potere….perchè noi abbiamo un’arma importante e potente : il voto!!! e bisogna davvero valutare bene prima di impugnare quella matita!! Nel caso specifico di Bisignano, non credo cmq che i candidati a sindaco delle tre liste siano da equiparare… c’è chi ha pregi e qualche difetto, e c’è chi ha difetti che superano di gran lunga i pregi, anche se purtroppo spesso all’apparenza non sembra! e lo stesso vale per i componenti delle liste…. giovani o meno giovani bisogna indirizzare i voti sicuramente verso persone capaci, che hanno intenzione davvero di prodigarsi per il paese, quanto più possibile per il bene della collettività, e non su quelli che stanno in lista solo per raccogliere qualche voto qua e là e che poi non sanno nemmeno cosa vuol dire governare!!! Non facciamoci ingannare e portiamo avanti le persone meritevoli , che certamente non saranno perfette proprio in quanto persone, esseri umani, ma che almeno ci evitano l’obrobrio in cui è precipitato il nostro paese!!!

  23. Vi posso chiedere una cosa a tutti? I programmi dei tre candidati li conoscete? Sapete su che base hanno costruito le liste? Personalmente no e sinceramente non credo sia stato redatto un programma da nessuna delle tre compagini.. Ciò significa che nessuna delle tre liste è stata formata in base ad accordi programmatici ma solo in base a logiche di convenienza personali.. Quindi credo sia inutile che litigare (..virtualmente..) sul sesso degli angeli perché sono tre liste copia conforme, quindi votate l’amico, il candidato più simpatico ma evitate di parlare di politica perché la politica, quella vera, qui non ci è passata neanche per sbaglio..

  24. ma avete visto la lista di francesco fucile……ci sono persone candidate con famigliari ke anno rubato nel comune….ma vogliamo ritornare ai tempi ke venivano scannerizati i soldi???

  25. Caro emanuele e franco95 e meglio scannerizzare gli oneri di urbanizzazion, come in precedenza faceva un candidato di Umile Bisignano, che venire rinviato a giudizio per mazzette ( Franco Cinniracchia ) o prendere le mazzette sui lavori pubblici o da parte della protezione civile

  26. io molte volte pensavo di non votare il blach ma in giro non ce di meglio visto che non ci sono oppurtunita di gente sana e onesta meglio la gente senza titolo di scuola che un diplomato o laureato ladro

  27. Dopo lunghe e ponderate riflessioni, consultando finanche testi assiri e babilonesi, passando in solitaria e mistica meditazione siamo giunti a tale sofferta conclusione: per cambiare tutto non bisogna cambiare nulla. Vota Umile Bisignano!

  28. caro Alberto a volte ho criticato ho i tuoi articoli, sempre in senso costruttivo.
    Ora devo ammettere, innanzitutto ci hai messo la faccia e questo ti fa onore, più di tutti noi che ci nascondiamo solo dietro il nome, poi hai fatto un’analisi PRECISA, l’ho fatta anch’io.. L’unica soluzione è votare UMILE BISIGNANO…
    Cari saluti Alberto. hai tutta la mia ammirazione…

  29. Vota UMILE BISIGNANO per dare continuità all’amministrazione, se ci va un’altro dobbiamo ripartire da capo e non ce lo possiamo permettere… per il bene della nostra città votate UMILE BISIGNANO

  30. Troppo facile dare la colpa ad una sola persona (il sindaco) se siamo arrivati a questi livelli ……. è soprattutto colpa di tutti i membri del “CONSIGLIO COMUNALE”
    Loro dov’erano???

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here