Cullurialli, una bontà calabrese

Letture: 5556
R&B Sport

I Cullurialli, è un tipico prodotto culinario natalizio, tradizionalmente preparato in casa, specialmente nel periodo natalizio.

Ingredienti:
Dose per Kg di Farina
-1Kg di Farina
-1 uovo
-1 lievito di birra
-sale, quanto basta

Preparazione:

Sistemare la farina a “vulcano” e al centro porre l’uovo intero , sale e una tazza di acqua calda in cui prima si saranno sciolti i lieviti.Impastare il tutto fino ad ottenere un pane abbastanza morbido. La consistenza è come quella della pizza.
Modellare bastoncini del diametro di poco più di un centimetro e della lunghezza di una trentina di centimetri. Riunire le estremità di ogni bastoncino formando una ciambellina.
Riporre i cullurialli pronti, tra tessuti caldi, ricomprendoli con un canovaccio per farli lievitare lentamente (un paio d’ore).

Immergere i cullurialli nell’olio d’oliva caldo.
Quando sono rossi esternamente, ma non troppo, sono pronti per essere tolti dal fuoco.

Solitamente oltre alla preparazione dei classici Cullurialli si fanno anche i “Vissinialli”, ovvero delle piccole frittelle di forma rotonda con le acciughe.
Per fare ciò basta mettere un acciuga salata

—– Variazione con patate —–

Ecco a voi i cullurialli.
Queste le dosi:
1kg di farina
500 g di patate
50g di lievito di birra
50g di sale

Iniziate mettendo un po’ di farina sulla spianatoia, aggiungendo poi le patate lesse passate al passa patate, fare la fontana ed aggiungere il lievito di birra con un pizzico di zucchero squagliato in pochissima acqua tiepida. Tutto intorno, lontano dal lievito, inserire il sale. Mischiare il tutto aggiungendo poco per volta la farina.
Impastate poi a lungo e dividere l’impasto in tante palline per poi collocarle sulla spianatoia infarinata a distanza una dall’altra, per permettere la lievitazione. Spruzzare le palline con un po’ di farina, coprire il tutto con una tovaglia pulita ed una coperta. Lasciare lievitare fino a quando non hanno raddoppiato la propria dimensione.
Mettere sul fuoco una pentola a bordi alti con almeno un litro di olio d’oliva o di semi di arachidi e lasciarlo riscaldare, appena raggiunta la temperatura adatta per la frittura.
A questo punto siamo pronti per friggere i cullurielli, uno, due per volta, pigliando la pallina, bucandola al centro con un dito. Rigiriteli e controllate i tempi di cottura …e buon appetito.