Corbelli propone cimitero dei migranti

TORANO CASTELLO Un cimitero per dare una degna sepoltura agli immigrati. Franco Corbelli, leader del movimento “Diritti Civili”, ancora una volta emerge in prima linea sul sociale, mostrando la sua disponibilità in prima persona. Franco Corbelli, originario proprio della frazione toranese di Sartano, ha già annunciato di voler mettere a disposizione un proprio terreno, in modo da poter dare una degna sepoltura alle tante persone che muoiono per raggiungere il sogno di una terra migliore. Lo sbarco della speranza, in alcuni casi, si trasforma soltanto in un triste giorno di cronaca, con la morte in mare di tante persone che avrebbero meritato un riscatto sociale. Così Corbelli lancia l’appello: «Datemi la possibilità di realizzare subito nel terreno, che ho messo gratuitamente a disposizione nel comune di Torano Castello, un piccolo cimitero per i migranti che muoiono tragicamente mentre cercano di sbarcare sulle nostre coste. Fate presto». Corbelli si è rivolto anche al presidente facente funzione della Regione Calabria, Antonella Stasi, chiedendo alla stessa di accogliere l’idea, per partire subito, senza indugi, alla realizzazione di questo cimitero, in un terreno di un migliaio di metri quadri situato su una collinetta: «Dopo l’ennesima strage di poveri migranti ho deciso di intervenire direttamente e personalmente, offrendo e regalando alla Regione Calabria il terreno dove costruire direttamente questo piccolo cimitero. Vorrei che si ponga fine a questa disumanità dei poveri migranti, tra cui tanti bambini, seppelliti in luoghi sperduti». L’intenzione di Corbelli ha, in ogni caso, acceso il dibattito sulla vicenda, e anche nel paesino cratense già in molti si sono schierati dalla parte del loro concittadino. Garantire una segna sepoltura ai morti è un segnale di gran tolleranza per un’intera comunità.

Massimo Maneggio

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here