Comunicato PD Bisignano del 11/11/2015

L’attacco politico violento contro l’oppositore è l’unico elemento che è rimasto alla nostra maggioranza per cercare di sopravvivere. Questo non è certamente il nostro modo di agire, ci piacerebbe un confronto sereno, democratico nel rispetto di chi la pensa diversamente. Ma qui è davvero inutile. Discutere dei problemi della nostra città, senza prostrarsi al grande capo, e non essere visti come un nemico da annientare in tutti i modi è impossibile.

Siamo consapevoli dell’enorme incubo che sta vivendo l’amministrazione comunale. Hanno amministrato questo comune senza una logica, senza una seria programmazione. Hanno sempre fatto tutto e il contrario di tutto. Ma possiamo noi accettare critiche da chi un giorno predica ambientalismo (quando era all’opposizione) e un altro (preso il potere) programma la costruzione di una enorme piattaforma dei rifiuti da realizzare in zona a rischio idrogeologico solo per salvarsi dal dissesto economico e, quindi, salvare la propria poltrona? Ovviamente no. Noi siamo realmente preoccuparti per quello che sta accadendo con il depuratore. Sono 50 le persone che rischiano di perdere il lavoro per le strane scelte dell’amministrazione. Questo l’amministrazione lo ha preventivato oppure no? Quanto interessa il futuro di questi concittadini? Bisogna vederci chiaro. Gli impianti che la smeco lazio dovrebbe gestire sono in grado di depurare tutta la nostra città? Secondo noi no. Ma alla nostra amministrazione queste cose non preoccupano. Loro (da come scrivono nel comunicato stampa) sono preoccupati dello stato del pd e non di quello in cui versano le casse comunali che non sono in grado di garantire neanche il servizio mensa per i bambini della scuola materna. Da questo punto di vista li vogliamo tranquillizzare: come Pd stiamo lavorando ad un serio e profondo cambiamento volto ad avere una nuova classe dirigente che dovrà essere capace di risollevare la nostra bella e amata città dal degrado in cui è stata trascinata.

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here