CITTA’ DI PAOLA-CITTA’ DI BISIGNANO FUTSAL 4-2: UNA DEA UN PO’ TROPPO BENDATA!

CITTA’ DI PAOLA-CITTA’ DI BISIGNANO FUTSAL 4-2. Ancora sconfitti i ragazzi bisignanesi, che, seppur avendo, ancora una volta, combattuto e giocato a livelli tutt’altro che bassi, continuano a non riuscire a far combaciare il bel gioco con un risultato altrettanto positivo. I nostri hanno risposto, alla squadra di casa, colpo su colpo, in svantaggio, hanno pareggiato due volte. Primo marcatore, al solo 3’ da inizio gara, è stato Chianello (CP); al 15’ ci pensa A. Bisignano (B) a ristabilire l’equilibrio, ma è Scarnà (CP), che al 43’ riporta in vantaggio i suoi. Al 46’, il giovane bisignanese D’Alessandro, nel portare il parziale sul 2-2, si toglie una piccola soddisfazione personale. A tre minuti dalla fine, il direttore di gara Pipieri Francesco, fischia un fallo di mani, seppur molto contestato, con tanto di tiro libero per gli avversari. Il fallo è al limite dell’area, pallone troppo difficile da prendere per il nostro portiere Massaro. Così, al 58’, è di nuovo Chianello a stabilire il parziale di 3-2. Mister Barbuto, ormai come da tradizione, gioca il tutto per tutto affinchè possa cambiare il provvisorio risultato, provando il quinto uomo. Sempre, ahimè, come da tradizione, la tattica non ha l’esito sperato, ed i ragazzi subiscono la quarta rete siglata dal portiere avversario Scrivano. Gara, come previsto, molto sentita dalle due squadre e, sicuramente giocata ad alti livelli con ritmo non indifferente. Certo che questo, come anche la questione del “giocare bene e perdere”, non è d’aiuto alla CITTA’ DI BISIGNANO FUTSAL, quasi demotivata da risultati che non premiamo il loro impegno e la passione che mettono in campo. C’è però da considerare un altro fattore, che magari può giustificare i ragazzi di mister Barbuto: riorganizzare e mediare alcuni ruoli e alcune situazioni nella settimana che precede la partita contro un squadra salda e motivata, seconda in classifica, non è stato il massimo. Insoddisfazione a parte, si deve ripartire da questa sorta di “giustificazione forzata” per non fare più “assenze”. I tifosi rivogliono quella scioltezza di gioco e di morale che caratterizzava solo poco tempo fa la squadra. Ottima occasione sarà riscattarsi il 15 NOVEMBRE 2014 PRESSO LA PALESTRA COMUNALE DI BISIGNANO: CITTA’ DI BISIGNANO FUTSAL- LAMEZIA SOCCER. Tanto cuore e tanta motivazione, perché, come disse Zeman: “Non importa quanto corri; ma dove corri e perché corri!”

unica-foto-300x168 CITTA’ DI PAOLA-CITTA’ DI BISIGNANO FUTSAL 4-2: UNA DEA UN PO’ TROPPO BENDATA!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here