Bisogna incentivare il compostaggio

634

All’Amministrazione Comunale di Bisignano

Bisignano lì 10/01/2017   

INCENTIVARE IL COMPOSTAGGIO

per ridurre le tasse e sostenere l’ambiente

Il compostaggio domestico è una tecnica che permette di non conferire i propri rifiuti organici al servizio pubblico, ridurre il rifiuto umido da smaltire in discarica o in altri impianti, migliorare la fertilità del suolo e diminuire l’utilizzo di fertilizzanti chimici.

Con un beneficio in termini economici per l’amministrazione comunale sia sui costi di trasporto sia su quelli di smaltimento/trattamento.

In definitiva, promuovere questa pratica consentirebbe una migliore gestione dei rifiuti organici a vantaggio della comunità e dell’ambiente. Dunque

CHIEDIAMO

all’amministrazione comunale di Bisignano di introdurre degli incentivi per quei cittadini che hanno già avviato tale procedura e per coloro che attualmente non la praticano ma che ne avrebbero intenzione.

Un primo incentivo, quello più auspicabile, consisterebbe in una riduzione sulla TARI per il compostaggio domestico, attribuendo ai cittadini il diritto di risparmiare sulla tassa dei rifiuti.

 

Un ulteriore incentivo potrebbe essere quello di “donare” una compostiera agli abitanti intenzionati ad intraprendere questa procedura, in seguito a regolare domanda.

Numerosi Comuni in tutta Italia hanno deciso di incentivare questa pratica inserendo nei loro regolamenti locali la possibilità, per i cittadini che realizzano un sistema di compostaggio domestico, di ottenere degli sconti sulla TARI o assegnando attraverso un bando le compostiere in comodato d’uso gratuito ai cittadini provvisti dei requisiti necessari. Pertanto invitiamo l’Amministrazione comunale a vagliare la nostra proposta ed eventualmente accoglierla per un’importante gestione dei rifiuti per la comunità e per il territorio.

Con speranza e fiducia,

Associazione non profit “Il Megafono”                                                                  Onlus “LIPU” Rende