Bisignano è diventato un paese dove anche l’oro potrebbe arrugginire

noluntas_jazz_trio-300x197 Bisignano è diventato un paese dove anche l’oro potrebbe arrugginire

La manifestazione “Arte sotto le Stelle” che si è svolta ieri sera a Bisignano ha fatto  rivivere un luogo del paese ormai abbandonato. Sulla terrazza dell’ex- industriale si è esibito il gruppo “Noluntas jazz trio” con la musica al pianoforte di Giuseppe Donadio, di Pier Maria Montalto alla chitarra e Eugenio Paone alla batteria.

L’evento che ha presentato al pubblico uno spettacolo di nicchia, in cui la musica Jazz si è amalgamata con l’arte grafica e l’artigianato locale, ha interpretato il desiderio di un gruppo di giovani bisignanesi di rivalutare la cultura del proprio territorio attraverso una serie di iniziative atte a risvegliare l’interesse delle nuove generazioni per il paese in cui vivono.

Alla manifestazione sono intervenuti artisti e artigiani locali. Pignataro Boris (artigiano di icone), Francesca pugliese (artigiana e ideatrice di manufatti artistici), Francesco Prezio (pittore contemporaneo). Andrea Mannino (designer) ha dovuto invece declinare l’invito all’ultimo momento. A quest’ultimo va  riconosciuto, da parte di tutti gli organizzatori dell’evento l’impegno di essere venuto a Bisignano sabato scorso per partecipare al medesimo appuntamento purtroppo rinviato per le avverse condizioni del tempo.

La serata di spettacolo si è conclusa con l’auspicio di poter rivedere presto altre performance della band “Noluntas jazz trio” anche in altri comuni calabresi, rimarcando l’impegno per il recupero della cultura autoctona.

14/08/2013 – Alberto De Luca

Dm Web di De Marco Fabrizio

3 Commenti

  1. messere, mi perdonasse, vossia, per lo scangio di post-azione. evidentemente il posto d’allocazione errato è scusabile, a discrezione di vostra bontade, con mia imperdonabile distrazione. l’ameno commento di cui sopra l’intendesse riferito al post recante il titolo: Acqua non potabile, vietato l’uso alimentare. mi perdonasse messere!
    ps. Schopenhauer non se ne abbia a male.

    • Carissimo, il tuo commento nei suoi contenuti ispira riflessione. Sempre con questo caz… di E. Coli! Sarà veramente colpa sua? Come sarebbe finito nei serbatoi? Se l’acqua fosse stata clorata nella giusto rapporto probabilmente il tuo omonimo non avrebbe avuto vita facile. Comunque in un paese come il nostro E. Coli ha trovato per sua natura l’habitat giusto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here