Autopromozione

librirosariolombardo_pic Autopromozione

Ogni scribacchino che si rispetti ha bisogno di un’identità da esibire, un’identità da difendere, un’identità da camuffare. Rosario Lombardo è il mio bozzolo, la mia faccia, la mia ombra: l’anagrafe spudoratamente mente. Sono nato e vivo nei luoghi di cui scrivo. Il resto non conta. Il resto è agiografia o più semplicemente curriculum vitae.

“I Love you un corno!” e “In nomine sanguinis”  sono consultabili , almeno in parte, su ilmiolibro.it.

9 Commenti

  1. Me ne frego delle vendite esimia testina curicz o come cacchio ti chiami!
    Mi basta non avere scritto una delle solite cazzatelle che si scrivono dalle nostre parti e che raccolgono polvere per anni e anni nelle edicole u paisu paisu!

  2. te lo auguro…ci anticipi l’indice? Lo spero anch’io che nn sia una delle solite cazzatelle che alla vetrine delle edicole cambiano colore con il passare degli anni?

  3. Esimia testina se leggessi prima di commentare a vanvera ci faresti miglior figura. Su ilmiolibro.it potrai farti un’idea e fugar ogni tuo dubbio.

  4. Esopo e lo scrittore
    Il cattivo scrittore che si loda

    Un tale aveva letto a Esopo i suoi scritti, robaccia, nei quali, da sciocco, si vantava molto. Desiderando quindi sapere che cosa ne pensasse il vecchio, gli domandò: “Ti pare che mi dia troppa importanza? Non è però infondata la fiducia che ripongo nel mio talento”. E quello, sfinito dal pessimo libro: “Io”, disse, “approvo in pieno che tu ti lodi, perché non ti capiterà mai da parte di un altro”…..c’e’ scritto molto nel mondo(non tutto)…però un po’ di personaggi qui risaltano!!!!

  5. @ korchia

    Fedro – La serpe dal fabbro ferraio.

    Chi tenta di azzannare con denti crudeli uno che sa mordere ancora di più, si senta ritratto in questo apologo.

    Una vipera entrò nell’officina di un fabbro. Mentre tastava se ci fosse qualcosa da mangiare, morsicò una lima. Questa, dura, di rimando: “Sciocca, perché cerchi di ferire con i tuoi denti proprio me, che sono abituata a rodere il ferro?”.

  6. 24 • La montagna partoriente

    La montagna stava partorendo; lanciava grida immani e sulla terra c’era una grandissima attesa. Ma quella partorì un topo. Questo è scritto per te(Rosario,ndr), che prometti grandi cose, ma non cavi fuori nulla.

  7. Se malauguratamente ci fosse qualcuno interessato c’è un modo semplice e gratuito di acquisire copia dei libri per farne una lettura integrale. Bisogna andare comunque sul sito e registrarsi. In qualità di utente basta cliccare sul pulsante “Sei un talent scout” alla fine dell’anteprima e acquisire gratis il libro. Il libro viene salvato nella pagina personale dell’utente (sezione “Biblioteca”), che può leggerlo con comodo e, se ritiene valido il libro, premiarlo con una recensione.
    Grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here