Allarme per gli elettori bisignanesi. Il cognome dell’attuale Sindaco è De Bartolo o Bisignano?

1531

È tutta colpa dell’ingegnere! Il responsabile dell’ufficio tecnico di Bisignano, probabilmente, è stato lasciato solo! La riflessione è a limite del verosimile, ma la difficoltà di gestire i gruppi di lavoro da parte dell’ingegnere del Comune è tangibile. Nei meccanismi di trasmissione delle mansioni lavorative, da svolgere quotidianamente sul territorio, qualcosa non funziona perfettamente, provocando il malcontento dei cittadini, i quali spesso subiscono le conseguenze delle diatribe fra i lavoratori e la gestione amministrativa. Quest’ultime, infatti, rappresentano una delle prime ragioni di ritardo nella messa in opera dei cantieri, atti a mettere in sicurezza tutti quei luoghi caratterizzati dalle frane degli ultimi tempi. Un altro risultato negativo, invece, è determinato dallo spreco di denaro pubblico.

I ritardi accumulati, nella realizzazione di un’opera di messa in sicurezza, anche sé solo di poche settimane, costa al bilancio del Comune un’addizionale consistente, soprattutto nei casi, in cui l’emergenza riguarda beni immobili, rete idrica, fognaria, viabilità e fenomeni franosi. Un esempio dimostrativo riguarda gli smottamenti avvenuti nell’ultimo inverno trascorso. Il cosiddetto deficit del bilancio comunale e il conseguente rispetto del patto di stabilità hanno rappresentato solo la punta dell’iceberg di una situazione che a Bisignano affonda le radici nella storia. Il cattivo funzionamento di un’amministrazione pubblica non ha quasi mai una causa tecnica. Qualsiasi specialista, operante in materia di servizio  pubblico, deve avere la garanzia della libertà di azione nei confronti dei suoi diretti dipendenti, soprattutto quando, questi ultimi non svolgono le proprie mansioni, con impegno e dedizione. Ciò che assume una valenza prioritaria all’interno di una gestione istituzionale e comunale è la politica, la quale deve garantire il ruolo riconosciuto a un esperto, messo a capo di un reparto. Un tecnico specializzato è il valore aggiunto di un’amministrazione. Nel momento in cui, la politica attribuisce a quest’ultimo delle responsabilità, che probabilmente non gli competono, allora contribuisce a snaturarne il proprio ruolo, rilegandolo a
svolgere mansioni amministrative deleterie rispetto al vero valore umano e professionale. Il caso di Bisignano è significativo, anche se al momento non vi sono prove sicure, capaci di circoscrivere il verosimile aspetto dei fatti, ma solo sensazioni a pelle, che i cittadini osservano da un po’ di tempo, con molto interesse.

02/02/2011 Alberto De Luca per il Comitato Cittadino Libero