Algieri riparte da “Rinnoviamo Bisignano”

BISIGNANO Andrea Algieri, consigliere comunale d’opposizione, svela le sue carte con la presentazione del movimento politico-culturale “Rinnoviamo Bisignano”. Domenica alle 11.30, nella sala del consiglio comunale, l’ex assessore ai Lavori pubblici, insieme al suo gruppo di lavoro, darà qualche indicazione sul presente e su quali siano i progetti per il futuro. Come afferma in coro l’intero movimento, quest’iniziativa nasce come apartitica con il gruppo che promette battaglia: «Siamo aperti a tutti quelli che si riconoscono nell’impegno politico e socio-culturale inteso come servizio ai cittadini svolto nei canoni della trasparenza, concretezza, rispetto delle tradizioni, tutela dell’ambiente e rafforzamento dell’identità locale, attraverso la valorizzazione della storia, delle vocazioni e delle capacità culturali, economiche del territorio, sostenibili e in equilibrio con le risorse locali e con tutti i beni collettivi». Questo movimento agirà sulla città di Bisignano e potrebbe già essere la variabile impazzita della politica cratense. Con Andrea Algieri come rappresentante in consiglio comunale e Alessandro Perrone (esponente di “Forza Nuova”) nelle proprie fila, il gruppo di “Rinnoviamo Bisignano” non seguirà il self control alla Nils Liedholm ma agirà direttamente su ogni problema. «Perseguiamo le finalità di benessere e progresso di tutta la città di Bisignano e dei suoi abitanti – continuano – attraverso iniziative protese a garantire un governo della comunità non subordinato a logiche di partito ». Appare chiara la voglia di essere protagonisti nei prossimi mesi: «Gli scopi saranno perseguiti garantendo ascolto, trasparenza e collegialità nelle decisioni utilizzando tutte le moderne tecnologie di comunicazione disponibili per raggiungere le finalità sociali e partecipando direttamente alla vita politica, anche concorrendo alle competizioni elettorali con liste di propri candidati, ed eventualmente d’intesa con altre formazioni politiche, associazioni, gruppi». Andrea Algieri, ricordiamolo, fu il candidato che raggiunse il numero di preferenze alle ultime elezioni amministrative, con 442 voti che furono, in pratica, decisivi, per la riconferma a sindaco di Umile Bisignano nel maggio 2012. A distanza di due anni, tutto sembra essere cambiato drasticamente.

Massimo Maneggio

1 commento

  1. Le mie previsioni, del resto molto scontate, iniziano a materializzarsi. L’ex assessore, ex spina nel fianco della corrente umiliana, mira al Municipio. Nulla in contrario, per carità, ma come credere in un rinnovamento civico con un sistema di gestione vecchio come gli scarponi che porto ai miei piedi? Nonostante, li lavo tutti i giorni, gli passo sopra il lucido, ritornano sempre opachi, sformati, e sopratutto presentano buchi da tutte le parti, specialmente alla base. Comunque, è solamente una mia personale, isolata, instabile, riflessione e i protagonisti fanno bene a fare il loro gioco, proponendosi a essere protagonisti nei prossimi mesi. Fucile, Nicoletti, a voi non disturba, se col vecchio si vorrebbe fare il nuovo? Lo Giudice cosa pensi di questa giostra che gira e impedice al Sud di ripartire? Personalmente, un’idea me la sono fatta, ma è meglio tacere per il rispetto della civiltà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here