Alexandra Roxana è viva. Avrebbe telefonato al padre

alexandra-roxana-radac-300x300 Alexandra Roxana è viva. Avrebbe telefonato al padre

Alexandra Roxana Radac, vent’anni, di nazionalità romena, sparita dalla sua abitazione di Bisignano il 19 settembre scorso, ricercata in Italia ed in Romania, sul cui caso lavorano le Procure dei due Paesi, sarebbe viva e potrebbe essersi allontanata volontariamente da casa. La notizia, seppur sussurrata in città e che sembrerebbe provenire da gente vicinissima ad Alexandra, arriva anche alle orecchie attente degli investigatori che ora cercano riscontri.

Le indiscrezioni e le voci raccolte parlano di una telefonata che Alexandra avrebbe fatto al padre che vive in Romania: i genitori della ragazza sono separati. La ventenne avrebbe chiamato il genitore per tranquillizzarlo, dirgli che sta bene aggiungendo: “Sono scappata da casa”. Si tratta naturalmente di voci da verificare, già giunte alle orecchie degli inquirenti che, in queste ore, hanno avviato ognu utile accertamento. Tenendo conto che il telefonino della ragazza è sicuramente sotto controllo, Alexandra potrebbe avere chiamato il padre da un apparecchio privato o avere cambiato scheda, usando quindi un nuovo numero. Se ciò fosse vero, cambierebbe di colpo tutto lo scenario e cadrebbe ogni ipotesi fin qui solo azzardata. Uno scenario cupo e triste che ipotizzava il sequestro, la violenza ed anche l’omicidio. Verrebbe meno anche quella certezza espressa dalla mamma di Alexandra che riteneva, con sicurezza, che la figlia non si sarebbe mai allontanata volontariamente da casa senza dirle nulla o senza essersi “confidata almeno con la sorella”. Alexandra ha una sorella di sedici anni, anche lei sentita più volte dagli inquirenti. Ora, visto che della vicenda si sta interessando anche il Consolato Romeno di stanza a Catania, la notizia della telefonata, potrebbe essere verificata con l’acquisizione dei tabulati telefonici delle utenze intestate al padre di Alexandra: ed anzi, l’uomo potrebbe essere presto interrogato dalla Gendarmeria di quel Paese per cercare conferme alle dicerie di queste ore.

Se la notizia rispondesse a verità, sorgerebbero una serie di domande a cui dare risposte: perchè Alexandra è scappata da casa, dove si trova adesso, con chi vive, è in Italia o in Romania? Potrebbe trovare conferma anche la tesi, già da noi avanzata da qualche settimana, di uno spasimante, che l’ha portata via per iniziare con lei una nuova vita, magari anche con quel figlio di quattro anni lasciato in Romania. Agli atti degli inquirenti, ci sarebbe anche il racconto di una violenta lite fra Alexandra e la mamma, avvenuta qualche sera prima della scomparsa, di cui la ragazza il giorno dopo portava ancora i segni. Infine, la ragazza di questo allontanamento ha avvisato solo il padre in Romania?

Un epilogo diverso da quello tragico ipotizzava anche l’avvocato di famiglia, Aurora Sangermano, in una dichiarazione di due giorni addietro: “Confido che la ragazza sia ancora viva e che presto possa riabbracciare la famiglia”.

Rino Giovinco
su: Gazzetta del Sud del 22/10/2015

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here