Abbandonano il Consiglio Comunale senza addurre giustificazione alcuna

Letture: 3183
R&B Sport


Bisignano – Abbandonano il Consiglio Comunale senza addurre giustificazione alcuna. Lo Giudice richiede la verifica del numero legale e il Presidente dichiara chiuso il Consiglio.

Mercoledì 31 di ottobre si è svolta una nuova seduta del Consiglio Comunale di Bisignano. All’assemblea hanno partecipato come pubblico alcuni cittadini delle campagne a Nord- Est del paese. Un  punto all’ordine del giorno riguardava il tema inerente l’annosa questione della viabilità locale resa impraticabile dagli smottamenti del 2010 proprio nelle suddette zone.
Dopo una estenuante discussione protrattasi per circa tre ore di Consiglio, giunti al capitolo viabilità, è accaduto il patatrac. Durante lo svolgimento dei lavori dell’Assise(ripresi integralmente dalle telecamere di Tele Cassano) il pubblico in sala ha notato una graduale diminuzione dei rappresentanti della maggioranza presenti nei banchi dell’Assemblea. All’inizio la cosa non ha destato molto l’interesse dei cittadini poiché le momentanee assenze erano giustificate fra le uscite per fumare una sigaretta oppure quelle per recarsi in bagno.

Man mano, però, che si avvicinava la discussione sul capitolo viabilità si è assistito ad una vera e propria fuga dai tavoli del Consiglio a opera di un nutrito gruppo di Consiglieri della maggioranza, i quali hanno abbandonato l’aula senza addurre giustificazione alcuna e in pubblico. Soltanto il Presidente del Consiglio (molto correttamente e con largo anticipo sulla fine dei lavori dell’assemblea) ha pubblicamente giustificato l’impossibilità di proseguire oltre la discussione consiliare, in quanto chiamato da urgenze impellenti, scusandosi con i tutti i colleghi anche di minoranza e soprattutto con il pubblico in sala.

A causa del sopraccitato fenomeno di “assenteismo” durante i lavori del Consiglio, il rappresentante di opposizione Francesco Lo Giudice ha richiesto la verifica del numero dei presenti a lavori in corso, ricevendo come risposta(da parte del Presidente del Consiglio) quanto sopra addotto e cioè la mancanza del numero legale per il prosieguo dei lavori. Per quanto riguarda la minoranza sono risultati presenti i quattro Consiglieri che avevano risposto all’appello iniziale mentre per quel che concerne il gruppo di maggioranza erano rimasti presenti soltanto il Sindaco, l’Assessore ai lavori pubblici, e un Consigliere delegato al ruolo di Presidente, oltre naturalmente al Segretario Comunale, il quale ha verbalizzato le molte assenze risultanti ingiustificate e in quel momento assolutamente non reperibili in luogo di Consiglio. Successivamente il Presidente (sostitutivo) ha decretato formalmente la chiusura dei lavori(applicando il regolamento) e pertanto anche l’interruzione della discussione sul successivo punto all’ordine del giorno, inerente alla viabilità.

Il pubblico presente in sala, presa coscienza di quanto accaduto, è rimasto molto contrariato, poiché la negligenza di chi ha abbandonato il Consiglio(senza alcuna responsabilità) ha contribuito anche alla mancata discussione su un punto focale d’interesse pubblico, riguardante appunto la messa in sicurezza stradale nelle zone di campagna a monte di Bisignano.

La responsabilità del mancato confronto su un tema impellente come quello delle strade dissestate è, tuttavia, formalmente ricaduta sul Consigliere Francesco Lo Giudice, il quale richiedendo la verifica dei presenti in corso di Consiglio ha determinato indirettamente la chiusura dei lavori dello stesso, quest’ultima avallata prontamente dal presidente dell’Assise, il quale avrebbe potuto soprassedere e decidere di far continuare ugualmente la discussione consiliare, visto la natura non soggetta a nessuna votazione, almeno per il suddetto punto incluso nell’ordine nel giorno.

Si può abbandonare un Consiglio Comunale senza addurre giustificazione alcuna?

I presenti all’appello iniziale di un’Assemblea Consiliare possono in corso di discussione dei punti all’ordine del giorno scomparire dai banchi consiliari senza giustificare la propria assenza?

Il regolamento prevede che un Consigliere possa dormire mentre si svolgono le relazioni consiliari? (vedi video integrale del Consiglio Comunale di Bisignano di lunedì 29 ottobre 2012 o foto archivio privato di cittadini intervenuti all’Assemblea).

Se un Consigliere di maggioranza o di minoranza abbandona i lavori dell’Assemblea in corso di svolgimento e senza addurre giustificazione alcuna ha diritto ugualmente al gettone di presenza?

Quello che è avvenuto ieri pomeriggio durante i lavori del Consiglio Comunale di Bisignano pare che non sia stato il primo episodio.

01/10/2012                                                                                              Alberto De Luca