Vibo Valentia esulta: è la capitale del libro italiana

Letture: 546

Vibo Valentia esulta: è la città vincitrice del titolo “Capitale italiana del Libro” per il 2021.

A designarla è stato il ministro della Cultura Dario Franceschini. Erano sei le città finaliste a contendersi il titolo: Ariano Irpino, Caltanisetta, Campobasso, Cesena, Pontremoli e Vibo Valentia, unica delle calabresi, ma vincente alla fine. La città vincitrice riceverà dal Ministero della cultura, tramite il Centro per il Libro e la Lettura, un contributo pari a 500mila euro per la realizzazione del progetto.

La Capitale italiana del libro è stata istituita dal Ministro Franceschini nel 2020, ai sensi della legge 13 febbraio 2020, n. 15 per la promozione e il sostegno della lettura. Il titolo della prima edizione è stato conferito dal Cdm, su proposta del Ministro della cultura, al comune di Chiari in provincia di Brescia. Questo fu uno dei paesi più colpiti dalla epidemia da Covid-19 che nei mesi più duri del lockdown ha trovato proprio nella lettura, compiuta attraverso i canali social dell’amministrazione, uno degli strumenti per sostenere la comunità.

Gli auguri della Regione Calabria alla città

«Esprimo tutta la mia felicità per Vibo Valentia, Capitale del libro 2021. Mi congratulo con il sindaco, Maria Limardo, e con tutti i vibonesi. Con il loro lavoro, stanno onorando una delle più antiche città della Calabria, ricca di storia e cultura». È quanto dichiara il presidente della Regione, Nino Spirlì.

«Sono ormai anni – aggiunge – che seguo tutte le proposte artistiche e culturali di Vibo Valentia e non ho potuto fare altro che apprezzare, giorno dopo giorno, il cammino di una città ormai baricentro di arte, cultura e letteratura. In bocca al lupo a tutti, la mia gioia si moltiplica – conclude Spirlì – proprio perché il risultato di Vibo Valentia conferma la Calabria come regione dal grande patrimonio culturale. È un onore che si aggiunge a quello di avere un’altra perla del Vibonese, Tropea, come Borgo dei borghi 2021».