Vaglio Lise e Castiglione sempre meno sicure

Letture: 2190

COSENZA Le stazioni ferroviarie sono sempre meno sicure. Nella notte di domenica, infatti, si sono Fascio_Vaglio_Liseregistrati altri due episodi, che si aggiungono ormai a una lunga lista negli ultimi tempi. All’una di notte nella stazione cosentina di Vaglio Lise i soliti ignoti hanno asportato ben duemila metri di cavi che servivano ad alimentare i segnali di ingresso dei treni. Alla stessa ora, spostandoci di qualche chilometro, non si sorride neanche a Castiglione Cosentino, dove sono stati manomessi i trasformatori che alimentano la corrente (circa 6mila volt) utile ad alimentare i treni. Situazione, quindi, paradossale che mette ancor di più nel panico i tanti viaggiatori delle stazioni, spesso frequentate anche da tanti studenti universitari. Vaglio Lise e Castiglione Cosentino diventano sempre la meta preferita dei malintenzionati, che individuano zone dove rubare rame e cavi con fin troppa facilità. Tutto ciò a dimostrazione come sia necessario il ripristino di un adeguato servizio di presidio. La situazione di allerta era stata anche evidenziato dalla Consap (la confederazione sindacale autonoma della Polizia), che si era battuta contro i tagli di numerosi uffici, che hanno messo in repentaglio i posti di lavoro e il controllo adeguato. Cittadini e poliziotti invocano un intervento concreto per ripristinare la sicurezza, chiedendo l’interesse del Prefetto nonché dei sindaci delle stazioni ferroviarie, per un problema che non può essere più sottovalutato.

Massimo Maneggio