“Vaccini, organizzazione pessima”

Letture: 507
R&B Sport

La vaccinazione agli anziani è stata organizzata male. Gli anziani prenotati sono 210. A queste persone si aggiungano gli accompagnatori e tutto il personale sanitario e non impiegato per garantire il servizio di vaccinazione.
A nessuno degli organizzatori è venuto in mente che vaccinare gli anziani in un’unica struttura ci sarebbe stata una calca di persone, così come poi si è verificato? Che sarebbe stato opportuno pretendere il tampone prima della vaccinazione, anche a coloro che hanno accompagnato gli anziani?
Ciò accade proprio mentre si sta verificando un aumento delle persone contagiate dal virus. Ciò accade proprio mentre viene chiesta grande responsabilità ai cittadini per evitare assembramenti. Allora perché non si è organizzato in modo di evitare assembramenti?
Perché non prevedere anche altre strutture per fare i vaccini, in modo da evitare assembramenti e lunghe attese?
Non è forse questo frutto di mala disorganizzazione e forse, soprattutto, di irresponsabilità?
E se tra tutte queste persone malauguratamente ci dovessero essere asintomatici?
La mia non vuole essere una critica distruttiva, ma una ulteriore segnalazione di grande confusione e disorganizzazione che poteva essere evitata, considerato che si conosceva già da tempo il numero delle persone da vaccinare. Mi auguro che non accada più e che si abbia maggiore responsabilità prima di agire senza criterio e in controtendenza ai provvedimenti che vengono adottati proprio a livello comunale.

Francesco Fucile