Utilizzare i semi di canapa per realizzare tante ricette

Letture: 918
R&B Sport

Un regime dietetico equilibrato implica l’assunzione non solo di cibi sani e genuini, ma anche in grado di contribuire al benessere emotivo. Lungo tale prospettiva i semi di canapa rappresentano oggi una buona scelta per tutti coloro che intendono fare non solo il pieno di proteine e di vitamine, ma anche per ritrovare una calma interiore e stare complessivamente meglio. Per approfondire quanto detto visita questa pagina.

In Italia si segue generalmente una dieta molto ricca di carboidrati e ortaggi. L’integrazione proteica si rivela in molti casi indispensabile, soprattutto per vegetariani e vegani. I semi di canapa possono offrire molto allo scopo di completare al meglio ogni dieta. Ecco tutto quello che c’è da sapere su questo argomento e come acquistare semi in tutta sicurezza.

Una dieta a base di semi di canapa: quali vantaggi?

Il Ministero della salute italiano ha legalizzato l’utilizzo dei semi di canapa per uso strettamente alimentare. Grazie ad un recente decreto, i semi di canapa, riconosciuti come naturalmente sani, vengono quindi costantemente impiegati per la preparazione di tantissime ricette dolci e salate. Questi alimenti rappresentano un vero e proprio toccasana e offrono tutta una serie di benefici per l’organismo.

Specialmente in cucina i semi si rivelano piuttosto facili da usare, anche da coloro che non sono abili chef. Alcuni preferiscono consumarli interi, per apprezzare appieno il piacevole gusto rilasciato al palato, che richiama quello della nocciola. Altre volte i semi vengono spremuti a freddo, tecnica che consente di ricavarne un prezioso olio. I semi, tuttavia, si possono anche tritare finemente per ottenere una farina da aggiungere agli impasti dolci e salati. Spremitura e tritatura permettono di conservare tutte le proprietà nutrizionali che sono racchiuse proprio nei semi.

Quali sono queste sostanze nutrizionali? Prima di tutto le proteine, fondamentali per l’organismo e per favorire la ricostruzione del tessuto muscolare, specie in seguito all’attività sportiva e gli sforzi fisici. Le proteine rappresentano infatti la risorsa di energia dopo l’esaurimento dei carboidrati e degli zuccheri, fonte che non deve mai mancare nei regimi dietetici seguiti dai vegetariani e vegani.

I semi inoltre racchiudono alte concentrazioni di Omega 3 e 6, gli stessi acidi grassi che si trovano nel pesce e che aiutano a mantenere basso il colesterolo e la piena salute cardiovascolare. Bisogna anche considerare che i semi contengono molte vitamine e sali minerali, quali calcio e magnesio. Insomma, possono essere considerati integratori alimentari indispensabili per tutti coloro che vogliono mantenersi naturalmente in forma. Ecco perché vengono definiti anche come super alimenti.

Come si possono introdurre i semi di canapa nella nostra dieta?

Una volta chiarito l’aspetto nutrizionale e che l’assunzione dei semi non rappresenta una pratica illegale, ma anzi ammessa dal nostro Ministero della Salute, bisogna sapere che l’introduzione dei semi all’interno della propria dieta non richiede particolare impegno o lunghe preparazioni culinarie. Come visto i semi si possono assumere non solo a crudo ma anche sotto forma di farina ed olio e questo li rende molto versatil. Le ricette da realizzare sono davvero tante e tutte molto gustose e in grado di accontentare anche i palati più difficili.

La pratica più semplice e diffusa consiste nel condire insalate e yogurt con i semi di canapa. Quest’ultimi diventano infatti degni sostituti dei semi di girasole o di sesamo. Oggi i semi vengono sempre più acquistati per condire in modo sfizioso zuppe, minestre, spuntini e possono essere aggiunti nei frullati oppure nei concentrati di verdura. La farina, invece, è oramai la base per la preparazione di tanti dolci, quali biscotti, torte, pane, muffin, crepes e molto altro. Il pane, in particolare, quando impastato per metà con farina di canapa e per la restante parte con quella tradizionale, si trasforma in un pasto unico e completo di carboidrati e proteine. Un discorso a parte merita l’olio, da usare anche in abbinamento ai semi per variare le ricette di tutti i giorni o per rivisitare il pesto alla genovese. Questo olio diventa un condimento per le pietanze di tutti i giorni, grazie anche al sapore delicato.

Tagliatelle e altri formati di pasta, focacce, bruschette, piadine, pizze o gelati sono soltanto ulteriori ricette a base di canapa molto diffuse e apprezzate. Questo ingrediente viene usato anche per realizzare condimenti, sughi, in accompagnamento alla carne, alle verdure grigliate, alla frutta e tanto altro. Tanti consumatori si dilettano persino nella preparazione di brownies e di cocktail a base di canapa, come ad esempio il Manhattan o lo Stirred Martini. Il procedimento prevede l’infusione della cannabis, che verrà quindi riscaldata e filtrata opportunamente per diventare la base di tantissimi drink.

Dove si possono acquistare i semi di canapa?

In aggiunta all’uso strettamente alimentare i semi di canapa vengono impiegati come integratori alimentari da tanti sportivi. Il nostro corpo, per ragioni varie, non è sempre in grado di assumere l’apporto di proteine necessario o di immagazzinarlo in modo efficiente. Queste carenze si possono facilmente superare aggiungendo piccole dosi quotidiane di canapa che permetteranno anche di contrastare tanti disagi comuni e patologie di vario genere.

I semi vengono infatti acquistati non solo per sopperire alle carenze proteiche, ma anche per normalizzare il peso corporeo, contrastare gli stati d’ansia, allontanare l’insonnia e in generale lo stress quotidiano. Molte donne acquistano prodotti a base di canapa anche per favorire la crescita naturale e sana di unghie e capelli, oltre che per una pelle più giovane e tonica.

La combinazione degli Omega 3 e 6 permette di diminuire la pressione arteriosa, abbassando in modo naturale il livello dei trigliceridi e del colesterolo. I semi di canapa sono particolarmente efficaci per curare depressione e i cali cognitivi tipici della terza età, aiutano ad avere un atteggiamento più positivo nei confronti della vita e ad affrontare le giornate con maggiore concentrazione.

Insomma l’introduzione di un alimento del genere nella nostra dieta di tutti giorni apporta davvero vantaggi ad ampio raggio. L’assunzione è anche ammessa dall’ordinamento italiano, per cui non c’è alcuna ragione per non provare a ritrovare la massima forma fisica e mentale. Le sostanze contenute nei semi legalizzati, a differenza della marijuana contraddistinta da alte concentrazioni di THC, non hanno alcun effetto sballante o controindicazioni per l’organismo.

In fase di acquisto dei semi di canapa è molto importante affidarsi a rivenditori seri e specializzati, in grado di offrire solo prodotti di qualità e confezionati adeguatamente. I semi, infatti, sono molto sensibili alla luce diretta, agli sbalzi di temperatura e all’umidità. Pertanto, è fondamentale che siano adeguatamente protetti con imballi appositi. Diversamente verrebbe compromessa la germinazione.

Importante è anche scegliere semi ammessi dalla legge, con soglie di CBD e THC rispondenti a quanto previsto dalla normativa di settore. A questo proposito il portale Sensoryseeds.it offre un vasto assortimento di semi femminizzati, attentamente selezionati e sicuri per l’organismo. I prodotti, venduti nel pieno rispetto della legislazione in tema di canapa, si contraddistinguono per il prezzo concorrenziale e per la provenienza certificata. Condizioni di vendita trasparenti, pagamenti sicuri, assistenza e spedizioni veloci sono ulteriori punti di forza di questo e-commerce, diventato oramai il migliore nel settore e punto di riferimento per l’acquisto di semi di canapa di qualità.