Unical: Rettore su inchiesta falsi esami, l’Università è sana

L’Università della Calabria è sana. Lo ribadisce con forza il Rettore dell’Unical all’indomani della comunicazione della Procura di Cosenza, che ha chiuso le indagini nei confronti di 76 persone, tra laureati, laureandi, un tutor e due impiegati amministrativi della facoltà di Lettere, ai quali vengono contestati i reati di falso ed introduzione abusiva nel sistema informatico dell’ateneo. Le indagini hanno avuto inizio dopo la denuncia del preside della facoltà di Lettere. Il meccanismo utilizzato era semplice: si fotocopiava uno statino già utilizzato, si sostituiva il nome dello studente che aveva realmente sostenuto l’esame e poi si apponeva la firma del docente. Ma in alcuni casi sono stati commessi errori grossolani, come apporre la firma di un docente in pensione. Oggi il sistema è decisamente più sicuro, si afferma all’Unical.

Fonte: Telecosenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here