Unical, in 200 verso Rosarno

641

koala Una scuola di antimafia tutta particolare per gli studenti dell’Unical. La legalità e il contrasto alla criminalità organizzata non si studiano più solo sui libri, ma si praticano con la testimonianza sul capo: è la “ricetta” didattica tutta particolare in sperimentazione presso l’ateneo di Arcavacata. Duecento studenti universitari pronti per attraversare Rosarno: l’ondata dall’Unical, targata “Pedagogia della R-Esistenza”, attraverserà il centro reggino nell’ambito delle manifestazioni della “Gerbera Gialla” organizzate da Adriana Musella. Domani, ben tre pullman partiranno da Arcavacata per raggiungere Rosarno e manifestare in piazza per la legalità, in un evento che per Giancarlo Costabile, professore e fautore di Pdr, può definirsi come «storico, in quanto non ricordiamo manifestazioni del genere negli anni con gli studenti dell’università» e avrà anche un ospite d’eccezione: in mezzo ai ragazzi sarà presente anche il rettore Gino Crisci, entusiasta del clima creatosi intorno agli eventi che promuovono la legalità e la giustizia. I ragazzi saranno a Rosarno e sfileranno, inoltre, alla presenza del presidente del Senato, Pietro Grasso, e prossimamente saranno coinvolte in altre iniziative, come la nuova edizione del premio Levatino nonché la presenza di Rosy Bindi nelle aule dell’Unical.

Massimo Maneggio