Unical, Il Cus si apre alla cultura dello Sport

Letture: 1979

Andrea Ragone, palla ovale e libro

Il centro sportivo dell’Unical si apre al rugby in modo…letterario. Sabato 30 novembre sarà, infatti, presentato il libro “Rugbyland”, che descrive il viaggio della palla ovale nelle principali piazze italiane dove si pratica questo sport.  Scritto a quattro mani da Andrea Ragona e Gabriele Gamberini (con prefazione di Claudio Bisio che utilizza, spesso e volentieri, questo sport nelle sue sceneggiature), “Rugbyland” si presenta come un libro coinvolgente, che possa aprire nuove adesioni ad uno sport maschio ma leale, fatto da terzi tempi in allegria e sano agonismo in campo. Con l’egida dell’associazione “Extro”, sempre attiva nel campo letterario, si terrà, dunque, una giornata all’insegna della cultura sportiva e non: «L’evento” Extra Extro, Terzo tempo, mischia e novelle” – spiega l’associazione – è stato pensato per promuovere la letteratura e le arti visive in abbinamento a uno sport per antonomasia legato ai concetti d’inclusione e collaborazione. Per questo motivo il libro “Rugbyland”, di Becco Giallo Editore, rappresenta per Extro un valido prodotto editoriale che spiega il mondo del rugby in modo semplice, avvicinando i più giovani alla lettura, al racconto scritto e disegnato e alla cultura dello sport, del benessere e del mangiare sano: principi di cui il rugby, tra tutte le discipline sportive, è da sempre promotore grazie al rito del terzo tempo». L’opera sarà presentata con gli interventi (oltre a quello dell’autore Ragona) di Arcangelo Franco Violo, direttore del Cus Cosenza, e Bruna Sorcale, direttrice del centro sportivo dell’ateneo. Fumetti, foto e interviste nell’opera danno uno spaccato di vita italiano e, a dimostrazione di tutto ciò, si sfideranno prima della presentazione alcune squadri giovanili.

Massimo Maneggio