Un solo ventilatore polmonare per due pazienti. L’intuizione salva-vita di un medico meridionale

Letture: 1411
R&B Sport

Una scoperta eccezionale che passa ancora una volta dalla genialità di un medico del Sud Italia. Lui è Marco Ranieri, 60 anni, originario di Bari, Professore ordinario e Direttore dell’Unità di Anestesia e Terapia intensiva del Policlinico Sant’Orsola di Bologna.

Ha ideato insieme a dei colleghi un circuito in grado di collegare un ventilatore polmonare a due pazienti anziché uno solo.

Circuito realizzato in sole 72 ore da un’azienda di Mirandola che è già stato testato con esiti più che positivi. Un’idea semplicissima ma geniale che raddoppierà i posti in terapia intensiva di tutta Italia e nel mondo.

“Una notizia che ci riempie di orgoglio – ha commentato il commissario per l’emergenza Coronavirus dell’Emilia Romagna Sergio Venturi – un’impresa di Mirandola, in sole 72 ore, ha fornito il primo prototipo che è già stato testato dall’ospedale Sant’Orsola di Bologna: funziona, e nei prossimi giorni saremo in grado di fare gli ordinativi, destinando la strumentazione alle province più colpite dal virus”.