Trasporti, i privati aumentano il costo dei biglietti

Letture: 1870
R&B Sport

Un trasporto da record nella città di Bisignano. Le tratte degli autobus avanzano e i pochissimi che prendono i mezzi pubblici sono ormai costretti a metter mano al portafogli in maniera esagerata. Infatti, le due tratte più utilizzate, ovvero quella verso Castiglione (quindi verso l’ateneo di Arcavacata) nonché quella verso Cosenza, stanno diventando ormai quasi più un lusso che una comoda e pratica necessità. I rincari, così, sono stati applicati anche nella città cratense e spostarsi in direzione della città capoluogo costa ora 4,60 euro, mentre sino all’università un viaggio andata e ritorno ora ben 3,80 euro (solo andata: 2,20 euro). Per non parlare, poi, dei prezzi degli abbonamenti, cresciuti di conseguenza. E pensare che, sino a qualche anno fa, un intero viaggio per gli studenti costava solo 2,17 euro… un prezzo praticamente quasi raddoppiato nel corso degli ultimi anni. Pochissime, inoltre, le lamentele degli utenti nonché dei politici che, quasi in maniera bipartisan, ignorano questo problema. Offrire, infatti, un degno servizio di trasporti pubblici, a dei prezzi ragionevoli, consentirebbe una maggiore facilità nei trasporti, nonché anche una buona occasione per promuovere la città cratense, in veste turistica soprattutto.

masman