Tortora, scoperta una tomba antica dei IV secolo

805

Beni archeologici di inestimabile valore, risalenti all’antica civilta’ lucana, sono stati riportati alla luce ieri mattina nel Comune di Tortora dagli uomini delle Fiamme Gialle di Scalea, in collaborazione con funzionari della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria, con il supporto logistico fornito dal Comune di Tortora. Tra i reperti rinvenuti dal Nucleo mobile della Guardia di Finanza emergono interessanti materiali a figura rossa, tra cui frammenti di un cratere di un’anfora e di uno ‘skyphos’ (recipiente per vino), un puntale di anfora da trasporto e resti di un’anfora di tipo attico.

Cio’ che desta pero’ maggiore attenzione e’ una tomba lucana a cassa di laterizi datata fine IV sec. A.C., contenente, oltre ad un vaso chiuso a vernice nera integro, uno scheletro di eta’ adulta. A segnalare la scoperta e’ stato un cittadino che ha chiamato il 117, riferendo che durante l’esecuzione di alcuni lavori in piazza Madonna delle Grazie, erano stati rinvenuti frammenti di vasellame e altro materiale antico. I lavori erano stati avviati dal Comune di Tortora per sistemare la piazza, dove una delle cinque piante di ulivo non si era sviluppata in modo rigoglioso come le altre. L’intera area di interesse archeologico, di 200 mq, e’ stata sottoposta a sequestro.

Fonte: Adnkronos