Terme Luigiane: contributo per 26 gruppi di anziani

terme Terme Luigiane: contributo per 26 gruppi di anziani

“Anche quest’anno i comuni che hanno formato i gruppi di persone anziane interessate ad usufruire delle cure termali hanno potuto ottenere un contributo economico messo a disposizione dalla societa’ Sateca, che ha la responsabilita’ della gestione delle Terme Luigiane, per il servizio trasporti”. Lo rende noto un comunicato della stessa Sateca. “Hanno finora usufruito di tale contributo 26 gruppi – continua la nota – per un totale di 1.226 partecipanti, organizzati ed inviati dai Comuni di: Longobardi, Spezzano della Sila, Aiello Calabro, Celico, Cervicati, Lago, Mangone, Fagnano, Torano, Castiglione Cosentino, Bisignano, Lappano, Rovito, San Pietro in Guarano, Grisolia, Lattarico, Santo Stefano, Acri, Zumpano, Mongrassano, San Fili, Marano Principato, Marano Marchesato, Cerzeto; nonche’ dalle Associazioni Pro Loco di Orsomarso e Marano Principato.

Ci sono stati poi fino a questi giorni 14 gruppi, per un totale di 600 persone, che hanno soggiornato presso le strutture alberghiere delle Terme Luigiane per motivi legati oltre che all’aspetto del benessere termale anche ad interessi turistici . Cio’ che incuriosisce e’ il fatto che tra questi 14 gruppi troviamo quelli provenienti da Cosenza, Piane Crati, San Giovanni in Fiore, Bocchigliero, Mendicino, Isola Caporizzuto e Crotone; ma poi ci sono dei gruppi pugliesi (Calciano, San Marzano, Cristano, Veglie, Pulsano); come dei gruppi provenienti dalla Campania (Padula, Buonabitacolo). Sono dei dati – si fa rilevare – che mostrano come destinazione turistica importante, anche fuori stagione, le Terme e che evidenziano la necessita’ di puntare sulla valorizzazione del turismo calabrese utilizzando al meglio il patrimonio del turismo termale, che ha nelle Terme Luigiane di Acquappesa Guardia Piemontese una struttura di primordine e capofila nella rete termale di tutto il Mezzogiorno d’Italia”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here