Sul mancato sviluppo del Sud pesa un grosso equivoco

Mercoledì 26 giugno alle ore 17.00, presso la Sala De Cardona del Centro Direzionale della BCC Mediocrati, a Rende, sarà presentato il libro “L’Equivoco del Sud” di Carlo Borgomeo (edizioni Laterza).

Intervengono con l`autore: Mimmo Cersosimo, economista già vice presidente della Giunta Regionale della Calabria; il sociologo Pietro Fantozzi; Katia Stancato, economista già presidente di Confcooperative Calabria; il presidente della BCC Mediocrati Nicola Paldino. Coordina Federico Bria, segretario generale della BCC Mediocrati.

Di questione meridionale quasi non si sente più parlare. Un po’ per l’annosità della vicenda, un po’ per l’affacciarsi sulla ribalta dialettica nazionale di altre “questioni”. Fatto sta che, quella meridionale, risulta essere una questione chiusa ben prima di essere portata alla sua doverosa soluzione.

Eppure, le politiche per il Sud non sono mancate nelle agende dei governi repubblicani.

Per Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione per il Sud, l’equivoco consiste nell’aver preteso di applicare al Sud un modello di sviluppo molto lontano dalle potenzialità meridionali.

Per farcela, – scrive Borgomeo nel libro – per innestare un circolo virtuoso , pur tra mille e mille difficoltà, dovremmo, soprattutto come classi dirigenti, vivere una stagione di grande discontinuità psicologica, culturale, politica: avere piena consapevolezza della gravità della situazione; decidere radicali cambiamenti nei comportamenti individuali collettivi; ripartire dalle nostre responsabilità.”

Come fare per cambiare e costruire le basi per una vera ripartenza, sarà al centro del dibattito che si svolgerà mercoledì presso la BCC Mediocrati.

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here