Sport, Bisignano non rientra nei comuni finanziati dalla regione. Interviene Nicoletti

Letture: 4459

Sulla discussione in merito ai finanziamenti regionali sugli impianti sportivi va a intervenire il consigliere di opposizione Lucantonio Nicoletti. Il campo bisignanese, un tempo invidiato, nonostante degli interventi di restyling (alcuni pubblicizzati con la visita dell’ex ministro Lotti), ha ancora molto da recuperare, anche extra terreno di gioco (probabilmente moriremo senza mai vedere una tribuna stampa).

Intanto Nicoletti sferra la critica: “Nei comuni finanziati dalla regione per gli impianti sportivi non c’e Bisignano. Come sempre le parole senza riflessione del Sindaco Lo Giudice non corrispondono poi a verità – dice Nicoletti – Niente finanziamento per gli impianti sportivi di Bisignano, che con un campo di calcio in pessime condizioni e un palazzetto dello sport adibito a parcheggio, ne aveva davvero bisogno, sia per il sociale, sia per l’economia di un paese intero. Ma alla regione Calabria nessuna domanda di ammissione al bando è pervenuta da Bisignano”.

Il finanziamento a cui si riferisce il consigliere Nicoletti è quello relativo ai contributi regionali finalizzati alla realizzazione e riqualificazione di impianti sportivi. Il decreto pubblicato nei giorni scorsi dalla Regione Calabria indica i comuni beneficiari, tra i quali i vicini: Tarsia, Lattarico, Rose, San Marco Argentano.

“Dunque il Palazzo dello Sport rimarrà ancora un parcheggio, con tanto di discarica per rifiuti. E altre strutture rimarranno senza essere adeguate. Il tanto proclamato rilancio dello sport a Bisignano dove il Sindaco sbandierava come suo solito fare, si ferma ai sogni che vive ormai da sempre.
Del resto si sa che quando si mette lui in prima persona a portare avanti un progetto non va mai a buon fine. Del programma della riqualificazione degli impianti sportivi, ricordiamo, è stato lui in prima persona ad occuparsene e il risultato è sotto gli occhi di tutti.”
E ancora: “Dal 2017 tutti i progetti portano la “firma” di altri assessori o finanziamenti ereditati da prima. Bisignano da centrale dello sport provinciale a parcheggi e discarica di rifiuti locali.
E a rimetterci purtroppo è sempre la popolazione che conta ormai solo i mesi che mancano per togliere definitivamente il nome Lo Giudice nella casella di Sindaco di Bisignano” – conclude il consigliere Nicoletti.