Sono giapponese vs Lucia mozzarellona: sfida tra tormentoni

LAAAADIES AND GENTLEMEEEEN

Al lato sinistro, con i suoi 214.000 fan su Facebook, superdotata, bella e, soprattutto, auto-ironica. La slovacca che fa diventare “cechi”
LUUUUUUUUUUUCIAAAA JAAAVOORRCEEEEKOOOOVAAAAAAAAA

  • Applausi, fischi e urli indotti da eccitamento vario

A destra, l’uomo delle grandi occasioni, campione in carica, eroe del Sol Levante e Samurai partenopeo…
ja-209x300 Sono giapponese vs Lucia mozzarellona: sfida tra tormentoniIL TIZIO DIIII “SOOOOOONOOOOO GIAPPOOONEEEESEEEEEE”

  • Lancio di rose e delirio totale

Il direttore fa avvicinare i due al centro, saluto ed è tutto pronto!

  • DING DING DING

Si parte!

Nella dura lotta al dominio dell’internet italiano, chi vincerebbe una disputa tra due titani dello share come questi? Ma soprattutto, cosa spinge le persone a sostenere questo genere di fenomeni?

Noi, onestamente, non sapremmo rispondere. Ma è facile capire quali siano i punti su cui si basa la popolarità degli stessi.
E proprio in virtù degli unici elementi a nostra disposizione, riusciremo a stabilire un vincitore.

Partiamo dalla bella Lucia:

  • E’ una bella donna
  • Sa scherzare su se stessa
  • Le #esce facilmente
  • Si presta volentieri al suo pubblico (non in quel senso eh… )

E il tizio di Sono Giapponese:

  • Propone uno slogan linguistico facilmente adoperabile
  • E’ un giapponese… che sta a Napoli… quindi sta simpatico
  • Dice qualcosa di insolito
  • Non ha senso

I tormentoni hanno caratteristiche ben differenti;
mentre il primo fomenta l’interesse grazie alle… Ehm… Attraenti vistosità della protagonista, il secondo fa perno sulla simpatia che una risposta inadeguata, quanto imprevedibile, può suscitare.

12122550_1624180794499548_2224348468792808201_n-300x268 Sono giapponese vs Lucia mozzarellona: sfida tra tormentoni

Proprio per una questione di numeri, allora,decretiamo vincitore il nostro amico asiaticoper il semplice motivo che ad alimentare il pubblico di Lucia, per quanto estroversa (e divertente), sia solo una piccola parte dell’utenza complessiva e cioè i “maschi eterosessuali, arrapati, volgari e senza compagnia femminile”.

Al contrario, “Sono Giapponese Guy”, può essere ammirato da una cerchia più larga di potenziali spettatori in quanto il suo punto di forza non fa riferimento a nessun richiamo sessuale. Gay, preti, nonni, asessuati, uomini, donne, bambini, persino Vladimir Luxuria, può assistere a questo capolavoro trash.

Per la prima volta nella storia del web, anche se solo sulle nostre pagine, Simpatia batteVolgarità per 1 a 0. E voi chi avreste fatto vincere?

Articolo più utile mai scritto. Ironia.

 

Davide Russo

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here