Scoperti dai Carabinieri mentre bruciavano 400Kg di rame

Letture: 1962

furto_di_rame

I carabinieri della locale stazione, guidati dal maresciallo Giuseppe Motta, hanno individuato un gruppo di romeni che in riva al fiume Mucone bruciavano un ingente quantitativo di rame. Le tre persone avevano acceso un fuoco, che ha provocato un denso fumo, altamente inquinante, per bruciare 400Kg di rame di presunta provenienza furtiva. Due di loro sono riusciti a scappare, mentre uno è stato identificato dai Carabinieri e deferito all’autorità giudiziaria con l’accusa di ricettazione, inquinamento ambientale ed abbandono di rifiuti speciali.

I militari dell’Arma, già da tempo erano sulle tracce del gruppo di romeni, che bruciando il rame, inquinano il terreno con i residui di plastica e metallo che vi rimangono depositati.