Scopelliti venga a Praia per il bene della Calabria

Si avvicina la manifestazione del 30 gennaio a tutela del Presidio Ospedaliero di Praia a Mare; l’ Alto Tirreno Cosentino scende in Piazza civilmente e pacificamente ma con tanta forza e determinazione per chiedere la cosa più semplice e naturale, la tutela della propria vita, il diritto all’esistenza e quindi alla cura. Pare un’assurdità che nel terzo millennio bisogna ancora combattere per affermare la dignità della persona umana, al di là di ogni e qualsiasi differenza politica, culturale, religiosa ed anche geografica!!!

Ma questi sono i fatti, purtroppo; la realtà costringe alla mobilitazione e ad una amara e triste considerazione: lottare per la vita. Tali pensieri, però, non sono patrimonio esclusivo di qualche zona territoriale ma dell’intera Calabria, la quale vive da tempo di incertezze, miserie, difficoltà di ogni tipo e la cosa più grave mancanza di futuro, a cui la Politica non ha saputo o voluto dare risposte.

 I cittadini chiedono ascolto, compartecipazione e condivisione, solidarietà; nessuno vuole la luna ma solo e semplicemente dialogare e comprendere.

 Ecco perché è importante per l’intera Calabria che il Governatore Scopelliti esca dal palazzo e venga a confondersi tra la sua gente. Non è un politico qualsiasi, è il Presidente della Regione e quindi di tutti.

Sarebbe un segnale forte per un popolo deluso ma che non vuole rassegnarsi all’abbandono ed insensibilità di una politica lontana dai bisogni ed esigenze vere.

 È l’occasione per riannodare un filo quasi spezzato, per recuperare il tempo perduto, per iniziare un dialogo costruttivo, per ridare fiducia e rilanciare la voglia di riscatto di una terra difficile.
In simili circostanze e di fronte a Rappresentanti Istituzionali non trovano spazio schieramenti precostituiti, né divisioni di colore partitico ma il rispetto di ruoli e funzioni quale alto senso delle regole democratiche espressioni della volontà popolare.

Sarà una manifestazione positiva, non  contro qualcuno o qualcosa ma a favore della crescita civile e sociale, a difesa della dignità personale, un grido di aiuto per la vita che il Presidente di tutti non può non ascoltare.

 Cosenza 26/01/2011  Raffaele Papa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here