Scarsa segnaletica e manutenzione sulla strada verso Acri

ss260-acri-bisignano-strada--300x191 Scarsa segnaletica e manutenzione sulla strada verso Acri

Si leva forte la protesta degli automobilisti che quotidianamente sono costretti a percorrere la strada provinciale 236 per Acri che, la quale, in contrada Cocozzello, incrocia la statale 660 fino alla città del Beato Angelo. Più volte è stata chiesta la manutenzione dell’arteria in quanto priva di illuminazione, segnaletica orizzontale e verticale, piazzole di sosta e, sopratutto pulizia delle erbacce e dei rifiuti. Ora, a scriverci sono alcuni utenti, per lo più occasionali di questa strada, costretti a percorrerla in questi giorni di sciopero dei pullman: “Stiamo ripercorrendo la provinciale da Bisignano che va a Acri, ritrovandola in un vero stato di assoluto abbandono. Con un linguaggio fumettistico parleremmo di strade che portano alla frontiera del Messico: piazzole di emergenza che vanno ripristinate essendo ora piene di erbacce che dai lati limitano la visibilità; manto stradale, che andrebbe rivisto; servirebbe della luminosità per la sicurezza; segnaletica verticale e orizzontale rivista, sopratutto per la costante presenza della nebbia nel priodo invernale”.

Chi segnala questi disagi nota la differenza non appena la provinciale si incrocia, in contrada Cocozzello, con la statale 660. Una strada la 236 (sono circa otto chilometri) che senza un’adeguata segnaletica risulta pericolosissima anche perchè costeggia numerosi dirupi.

Rino Giovinco
su: Gazzetta del Sud

2 Commenti

  1. Se mi avete cercato nei necrologi pubblicati sui giornali locali (per indenderci alla pagina dei defunti) debbo comunicarvi che sono ancora vivo e vegeto. Ultimamente preferisco il buio della tana alla luce del sole poichè nell’oscurità si riesce a studiare meglio i meccanismi perversi della mente di certi personaggi che caratterizzano l’e-governament quotidiano del nostro paese.
    Perchè non si professa subito il nome della ditta destinatrice dei lavori? Si farebbe prima!
    Ma dove viviamo nel mondo di Biancaneve o pensiamo veramente di scrivere attraverso i giornali per poi comunicarlo a tutti i nani?
    Se si è deciso di realizzare questa nuova opera mausoleica di segnaletica orizzontale, piazzole di sosta e sale da ballo sulla strada che conduce alla cittadina acrese solamente al fine di ingrassare qualche “vacca magra” fatelo subito e senza la necessità di utilizzare faceti articoli!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here