Santa Sofia d’Epiro rende omaggio ad Angelo Masci

Letture: 2508

Serata di celebrazioni a Santa Sofia d’Epiro, nell’ambito del bicentenario della morte di Angelo Masci. Svelata una targa in suo onore, nonché ricca partecipazione della gente con il concerto della Fanfara dei Carabinieri di Roma.

Numerosi sindaci ed esponenti politici e istituzionali a rendere omaggio al paese. Il sindaco Daniele Atanasio Sisca ha ricordato la forte figura di Masci: “Sono estremamente onorato di presenziare da Sindaco questa memorabile cerimonia in occasione del Bicentenario della morte di Angelo Masci, uno dei figli più illustri della nostra comunità”.

E aggiunge: “La figura di Angelo Masci ha lasciato alla nostra comunità e alle altre comunità albanofone d’Italia un’eredità di immane importanza, tant’è che è oggetto di studio, tutt’oggi, nelle cattedre di albanologia delle università italiane. L’Università “L’Orientale” di Napoli, infatti, di concerto con l’Università della Calabria e l’Università degli Studi di Palermo ha realizzato, nello scorso mese di giugno, una Conferenza Internazionale tenutasi a Napoli proprio in occasione del bicentenario della sua morte, raccogliendo esponenti del mondo accademico provenienti dall’Italia e dall’Estero che hanno focalizzato la loro attenzione sulla vita e sulle opere di Angelo Masci”.    

Quest’anno, in occasione del bicentenario della morte, l’Amministrazione Comunale ha voluto rinnovare il ricordo verso questa importante figura ponendo a perenne ricordo una lapide commemorativa e celebrando questa giornata in maniera ufficiale e solenne.