Santa messa e fiaccolata in occasione della beatificazione di Papa Wojtyla

giovannipaoloii1 Santa messa e fiaccolata in occasione della beatificazione di Papa Wojtyla

Domenica 1° Maggio alle ore 22.00, presso la Casa Natale di Sant’Umile, nel Rione San Pietro a Bisignano, in occasione della beatificazione di Papa Giovanni Paolo II sarà celebrata la Santa Messa da
S.E.R.
Mons. JAN SOBILO
Vescovo polacco missionario in Ucraina (Diocesi di Kharkov-Zaporoze).
I fedeli sono invitati a partecipare.
La stessa sera il Centro Studi e Spettacoli sulle Tradizioni Popolari “Il Palio“ di Bisignano organizza una fiaccolata con gli “Sbandieratori del Palio“ che partirà dal Viale Roma, con inizio alle ore 20,00 e dopo aver concluso il giro intorno alla Collina Castello, si concluderà sulla Piazza del Santuario, sulla Collina Riforma, con uno spettacolo di fuochi d’artificio.

Oltre a questo il Centro Studi, in collaborazione con il “Rione Verde“ del Palio del Niballo di Faenza ha realizzato ed affisso nei punti strategici della città gigantografie che riproducono il Grande Papa.

Con questa sua iniziativa il Centro Studi “ Il Palio “ vuole dimostrare, tra l’altro, la sua immensa gratitudine a Giovanni Paolo II per avere proclamato santo l’umile fraticello francescano di Bisignano, al secolo Lucantonio Pirozzo, che proprio il 19 maggio 2002 fu innalzato agli onori degli altari.

10 Commenti

  1. Giovanni Paolo II: beato lui!
    http://www.valeriodistefano.com/public/post/giovanni-paolo-ii-beato-lui-3058.asp
    (La salma di GPII è stata già estumulata, e verrà adeguatamente esposta ai fedeli adoranti perché un morto in putrefazione, ancorché Pontefice Romano in vita, fa sempre il suo bell’effetto sulla curiosità morbosa di quanti hanno bisogno di vedere, toccare, magari un legno, magari una bara, di dire “uh, guarda, come si è conservato bene tutto”.)

  2. Esimio Prof. Valerio Di Stefano condivido appieno ciò che ha scritto nel suo articolo.
    Ho fatto male a riportare parte di ciò che ha scritto, sebbene in parentesi?
    Mi é sembrato superfluo aggiungere un mio commento.
    Oltre all’indirizzo web e al titolo avrei forse dovuto aggiungere anche il suo nome ma al momento mi è sfuggito. Non mi sembra grave visto che è nell’indirizzo.

  3. mi viene in mente la scena del film di Benigni nel salone non appena questi e’ uscito….un tale dice:”chi minchia e’ u tacchinu,ah?” allo stesso modo io dico chi michia e’ Valerio di Stefano,ah?”….abbassa la cresta….poi il tono “Problemi?”….aggiungo…ma chi minchia i tacchinu si(sei)…ah?

  4. @Rosario Lombardo:
    Nessun problema, equivoco chiarito.

    @”korchia”
    A parte che la frase era “chi minchia era che faceva ‘u tacchinu”, e non aveva riferimenti a persone specifiche (quindi non c’è analogia), Valerio Di Stefano, al contrario di te, è uno che le cose che dice le firma, ci mette nome e cognome, non si nasconde dietro ai nickname.
    Ad ogni modo non c’è problema, visto che gli indirizzi IP sono trattenuti da bisignanoinrete.it, adesso andiamo a vedere quello del tuo computer, così vediamo anche il tuo di nome e cognome, con buona pace di ‘u tacchinu. Qualche problema se lo facciamo? No, vero??

  5. Sempre la stessa storia….ma si puo litigare in un forum?
    ma siete dei frustrati…qualunque cosa abbia scritto valerio di stefano
    non mi sembra abbia offeso nessuno……se e’ un maleducato non diamogli troppa importanza…
    secondo te se dovessi vederlo fuori che faresti?…lo meni?
    ahahahahha ma porca troia

  6. Caro Carmelo se la domanda e’ per me rispondo semplicemente che sono un non violento….anzi ti diro’ che amo la libertà di pensiero senza che ci strappiamo le vesti di dosso…ancor di piu’ AMO(e lotto per questo) che chiunque manifesti la propria fede in maniera pacifica e costruttiva….non sono un credente ma che si beatifichi un grande uomo e lo si porti all’attenzione mondiale non mi sembra si siano lesi i diritti di altri!Criticare non e’ mai stato delle persone grandi….ai mediocri(ed io mi ritengo tale) l’amaro calice della critica…..dico e ripeto liberta’ a 360 gradi per chiunque di manifestare la propria fede.Se poi vogliamo cominciare a criticare cominciamo con noi stessi….la pagliuzza,il trave,le bisacce appese…

  7. “Criticare non e’ mai stato delle persone grandi …ai mediocri l’amaro calice della critica?
    …E adduvi ha truvatu scrittu?”
    Così nella storia non ci sarebbero state nè rivoluzioni, nè martiri, nè mutamenti, nè arte e cultura… ma saremmo fermi ancora all’età della pietra o giù di lì.
    Sulla beatificazione di Giovanni Paolo II si è aperto tutto un dibattito anche all’interno della chiesa. Non solo per i tempi ed i modi. A cominciare dalla data del 1° maggio scelta per la beatificazione. in rete ce ne sono tracce:
    Wojtyla Segreto: il vero volto di Giovanni Paolo II
    http://www.enricoberlinguer.it/qualcosadisinistra/?p=3175

    Senz’altro poi si può pensarla come si crede.

  8. Anche per me GPII, nonostante abbia ispirato tanti buoni sentimenti in credenti e non credenti, il chè è senz’altro positivo, non mi è mai piaciuto come papa, perchè portò avanti nella Chiesa una linea politica ultraconservatrice, interrompendo il processo di modernizzazione che si era avviato con il Concilio Vaticano II, voluto da Giovanni XXIII. Pochissimi conoscono l’atteggiamento, sapientemente influenzato dagli statunitensi, avuto da GPII e dall’attuale Pastore tedesco che era a capo della Congregazione per la dottrina della fede ( ex Inquisizione) nei confronti di tantissimi sacerdoti sudamericani. Leonardo Boff, un francescano che in Brasile lottava per una Chiesa impegnata nel sociale, a fianco dei poveri, fu processato dai due (Wojtyla e Joseph) e condannato ad un anno di silenzio ossequioso. Ecco cosa pensava l’ex francescano del Beato: http://www.giovaniemissione.it/index.php?option=content&task=view&id=290

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here