Santa Messa di Natale per la BCC Mediocrati

Letture: 1401

Mons. Salvatore Nunnari (Large)

Si è svolta ieri, nella Cattedrale di Cosenza, la Santa Messa di Natale del Credito Cooperativo Mediocrati, celebrata da S.E. Mons. Salvatore Nunnari. Il consueto appuntamento natalizio, annualmente organizzato nella Sala De Cardona del Centro Direzionale, si è spostato quest’anno nel cuore della Diocesi. Nella Chiesa Madre cosentina si sono ritrovati, per l’occasione, dipendenti, amministratori, soci del Comitati Locali e del Club Giovani Soci.
La cerimonia religiosa è stata ornata dal canto della corale “S.Umile” di Bisignano, diretta da padre Giuseppe Gabriele Murdaca.

“La BCC Mediocrati è nata dal cuore di un prete – ha detto Mons. Nunnari nella sua omelia – e continua ad essere amministrata con continuità a quel primo insegnamento. Rendendo questo servizio agli uomini del nostro tempo e della nostra terra la vostra banca si pone come esempio per tante altre iniziative come, ad esempio, quelle garantite dall’antiusura che, anche grazie alla vostra disponibilità oculata ma generosa, cerca di alleviare le sofferenze che attanagliano tante famiglie.
Siate famiglia, anche sul lavoro – ha concluso Mons. Nunnari – e amministrate come il buon padre di famiglia con l’intento di sopperire ai bisogni degli ultimi”.
Il presidente Paldino, a nome di tutti gli uomini e le donne del Credito Cooperativo Mediocrati, ha ringraziato l’Arcivescovo di Cosenza-Bisignano augurandosi di avere la forza e la vitalità di rispondere sempre alle sollecitazioni della comunità. “I valori del Credito Cooperativo vanno affermati ogni giorno dell’anno – ha aggiunto il presidente – soprattutto in periodi come quelli che stiamo vivendo. Amministratori, dirigenti, dipendenti, non dovremmo mai dimenticare che lo spirito della cooperazione di credito si esercita anche con il sorriso e con l’accoglienza che si deve a tutti coloro che si presentano ai nostri sportelli e che meritano sempre attenzione e consigli”.
Al termine della funzione religiosa è stato ricordato l’art. 2 dello Statuto della BCC Mediocrati, che inizia con queste parole: “Nell’esercizio della sua attività, la Società si ispira ai principi dell’insegnamento sociale cristiano e ai principi cooperativi della mutualità senza fini di speculazione privata …”.
La serata si è conclusa con l’augurio di Buon Natale inviato dalla Banca di Credito Cooperativo Mediocrati a tutti i 90 comuni in cui la Banca esercita la propria attività, ai 5.500 soci, ai 47.000 clienti e alle loro famiglie.