Rosario Perri è il nuovo segretario del PD di Bisignano

rosario-perri-298x300 Rosario Perri è il nuovo segretario del PD di Bisignano

E’ un giovane universitario il nuovo segretario del PD, Rosario Perri, che lascia la leadership dei giovani e si proietta in posizioni prestigiose non solo nell’ambito del proprio partito, ma anche e , soprattutto, sulla scena politica locale. Subentra ad Italo Fucile, che ha trainato in questi anni la sezione e, quindi, anche all’ultima avventura delle amministrative della scorsa primavera. Non sono mancate le polemiche per le scelte alle ultime elezioni, ma guidare un partito e poi dare indicazioni per una coalizione non è facile e, quindi, anche la dura analisi dell’ex segretario ha contribuito a spiegare la situazioni e gli eventi politici del momento. Il consigliere e capogruppo in consiglio comunale del PD, Francesco Fucile, plaude a questa scelta del suo partito, auspica un futuro migliore con l’entusiasmo giovanile e ringrazia l’uscente segretario per il lavoro svolto in questi anni al servizio di un PD che, ancora una volta, cerca di trovare nuove strategie con le primarie consolidando la propria identità in un periodo in cui la politica nazionale è allo sbando e non si salva proprio nessuno. E’ in questo scenario di crisi economica e sociale, delle primarie alle porte pro-Renzi o Bersani, la prima scelta di fondo attesa dal segretario Perri, che da anni milita nel partito con impegno costante e l’esperienza formativa l’ha acquisita. La scelta di un segretario giovane, per la prima volta al vertice di un partito che nel bene e nel male ha sempre caratterizzato una linea di condotta condizionato il futuro politico-amministrativo comunale. Il congresso del PD a Bisignano, ha sancito un voltare pagina, affidarsi ai giovani per presentarsi con un volto pulito e nuovo, che di questi tempi la politica ha tanto bisogno per ciò di cui le cronache sono infarcite. Perri sarà a favore della rottamazione oppure sceglierà le linee più morbide di un partito che si identifica nel leader Bersani, ma che si interroga sullo statista D’Alema che ha rivestito ruoli fondamentali nella politica italiana e di cui si chiede di fare un passo indietro? Già questi quesiti diventano molto interessanti per conoscere la sfida che Rosario Perri ha accettato divenendo un leader della politica locale. Le sue idee innovative e la lungimiranza alla mediazione senza mai trascurare le proprie idee, possono diventare un motivo in più di dialogo nel trovare soluzioni che non devono essere per forza conflittuali su ogni problema. Tra i giovani il ruolo di Perri è stato affidato a Marco Balestrieri, che diventa segretario giovanile, ancora volti nuovi che hanno non solo l’età anagrafica su cui contare.

Ermanno Arcuri
su: Dirittodicronaca

2 Commenti

  1. “Il consigliere e capogruppo in consiglio comunale del PD, Francesco Fucile, plaude a questa scelta del suo partito…? O mi è sfuggito qualcosa o Mr. Francesco Fucile mi è ricaduto nel suo salto della quaglia, oppure…

  2. NON ho mai votato a sinistra, però il mio pensiero è questo: se Renzi vincerà le primarie voterò il PD per la prima volta, se non dovesse vincerle, voterò a Grillo (anche se non mi piace tanto, è solo un comico), non voterò più il PDL.
    Questo è un mio pensiero, ma ho l’impressione che è il pensiero di tanti, spero che il PD sappia sfruttare al meglio la situazione, a buon intenditori poche parole.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here