Roberto Cairo “La colpa è solo del Sindaco”

Le vicende giudiziarie del primo cittadino Umile Bisignano dividono l’opinione dei bisignanesi, divisi nell’assolvere o nello scagionare il sindaco. Maggiori impeti arrivano dal mondo politico, in primis partendo proprio dal sindaco che, in più riprese, ha dichiarato la sua innocenza e l’intenzione di rimanere al suo posto, senza formulare alcun tipo di dimissioni. Dello stesso parere la sua giunta, unanime e concorde nel solidarizzare con Umile Bisignano. Dall’opposizione, invece, altri toni, come dimostrato dal gesto di “Unione Democratica” che ha affermato di tornare in consiglio comunale solo quando ci sarà chiarezza su tutte le vicende. Sempre fra le file dell’opposizione, è Roberto Cairo a prendere la parola e con toni duri ricorda la situazione attuale giudiziaria. L’ex assessore racconta la sua opinione sull’inchiesta per presunti abusi d’ufficio nei confronti dell’ex comandante della Polizia Municipale, Rosario Pucciano, assistito dall’avvocato Carmelo Pisarro…

L’egregio Sindaco – inizia Cairo – che amministra da solo la città di Bisignano colleziona ancora una volta l’ennesimo rinvio a giudizio per abuso di potere. Questa volta però riesce a coinvolgere e portarsi dietro i suoi stessi assessori (Cairo, Gallo, Vilardi e Grispo). Pur essendo rammaricato e amareggiato perché dopo circa venticinque anni di amministratore comunale a tutt’oggi non avevo mai vissuto l’esperienza del tribunale in qualità di testimone tantomeno da imputato. Accetto il responso del rinvio a giudizio in attesa che la giustizia possa fare il suo corso e mi ritengo tranquillo in quanto la vicenda emerge a seguito e soltanto dalla guida negativa di chi ci amministra>>.

Cairo non si nasconde e per il consigliere d’opposizione: <<Non si può e non si deve per chi fa politica trasportare in ogni occasione il dibattito dalle aule del consiglio comunale alle aule del tribunale. Tutto questo non giova e non fa onore a chi ci governa e alla nostra cittadina. La moralità politica imporrebbe a questo punto le dimissioni di tutti noi ma soprattutto in primis il Sindaco. Viviamo, credo, l’epoca politica-amministrativa peggiore mai vissuta a Bisignano. Oltre a quanto si svolge nelle aule di tribunale vediamo il paese con una viabilità devastata con le strade piene di nastri, transenne e segnali di pericolo>>.

Cairo elenca altri problemi della cittadina cratense (Lsu, scuola Campo Sportivo) e aggiunge:<< Il bilancio comunale vive notevoli difficoltà violando il patto di stabilità, con ripetute spese senza preventivamente la disponibilità economica (vedi appalto sul depuratore pubblico). Il mio non vuole essere uno sfogo né tantomeno una reazione al risultato che ha portato il rinvio a giudizio, ma vuole essere un richiamo a tutti i colleghi a rivedersi per una politica migliore che possa far cambiare totalmente l’attuale situazione di Bisignano, cercare di portare la nostra città a rileggere sui quotidiani non più cronaca negativa ma episodi di buona amministrazione>>.

Infine:<< Richiamo l’attenzione dei consiglieri che ormai da tempo non sono presenti in consiglio comunale a rappresentare una parte consistente di elettori. Il mio ruolo di consigliere d’opposizione, oggi più che mai, sarà vigile e avrò molta attenzione per l’operato di questa amministrazione, la quale invito ancora una volta a badare di più a problemi collettivi e non a soluzioni per i singoli>>.

Massimo Maneggio
su: Calabriaora

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here