Risolto il problema degli studenti universitari pendolari

Letture: 1899
R&B Sport

unicalVengono ascoltate le richieste dei numerosi studenti bisignanesi che studiano all’Unical, con un pullman che garantirà il tragitto fino al polo universitario. Ogni giorno i ragazzi, dopo un tragitto di quaranta minuti, scendevano a Castiglione Scalo, ed erano costretti a fare un percorso di più di un chilometro per raggiungere l’ateneo di Arcavacata.
La lunga camminata durava all’incirca venti minuti ed era quasi obbligatoria, considerato che i pullman cittadini arrivavano a Castiglione sempre stracolmi o in orari non concordi alle esigenze degli studenti.

Bisignano risultava fino allo scorso anno uno degli ultimi paesi del cosentino che non aveva una linea diretta con l’università e gli studenti da tempo avevano espresso il loro rammarico, pensando anche a qualche gesto di protesta.

I circa cento ragazzi, studenti e dottorandi, qualche mese fa avevano firmato ed inoltrato all’impresa di trasporti una petizione, chiedendo di far transitare anche da Bisignano la corsa che da Acri arriva a Cosenza passando per l’Università della Calabria, sia all’andata del mattino che al ritorno della sera, cercando di evitare così i notevoli disagi quotidiani. La ditta ha mostrato con ritardo comunque la disponibilità nel cambiare la direzione di una delle corse che passano a Bisignano ed ora si è avuta l’autorizzazione dall’assessorato dei trasporti della Regione Calabria. Gli studenti arriveranno all’ateneo alle otto circa e potranno prendere il pullman per il ritorno dalle pensiline alle diciotto e venti circa. Un piccolo risultato che inorgoglisce tutti i ragazzi, e chi ha propagandato l’evento, come un piccolo premio per l’impegno quotidiano.

Massimo Maneggio