Rago rinuncerà a indennita per Santuario

Letture: 2176
R&B Sport

Anche prima delle feste pasquali, i politici inaugurano il clima delle elezioni con dichiarazioni e proclami. Il segretario dell’Udc, Piero Lirangi, è andato all’attacco del Pd, reo di avere “accolto” Antonello Gallo e Franco Russo, che in precedenza rappresentavano i centristi in seno al consiglio comunale. L’Udc, in questa campagna elettorale, appoggerà la coalizione “Bisignano al centro”, la stessa che vedrà come candidato al ruolo di consigliere comunale Elio Rago. Quest’ultimo, alla sua terza candidatura ha le idee chiarissime sul proprio futuro politico, annunciando un gesto rilevante:«Se il popolo premierà “Bisignano al Centro”, il suo candidato a sindaco Francesco Fucile, nonché il sottoscritto, avremo l’impegno di rappresentare al meglio i bisignanesi.

Il mio, eventuale e futuro assessorato, sarà a costo zero: la mia indennità andrà devoluta tutta a favore del Santuario di Sant’Umile, per il suo ripristino e per i suoi lavori. È un gesto che faccio con il cuore, anche in questo particolare momento di crisi». Rago non lesina certo in schiettezza e propone idee per rilanciare la città:«Sposo in pieno il programma formulato dalla nostra coalizione. Bisognerà, in particolare, far ripartire l’edilizia, come motore pulsante di questa città, ritornando a costruire e investire con fiducia sul territorio, dando in particolar modo sviluppo e lavoro ai bisignanesi. Il Psc dovrà essere un altro punto forte del prossimo futuro». Elio Rago, consigliere uscente nella minoranza, ha anche espresso il suo giudizio sul suo modo di fare politica, nonché sull’attualità bisignanese:«Gli anni maturati tra i banchi del consiglio – ha dichiarato – mi hanno permesso di conoscere molteplici situazioni, che mi hanno fatto maturare, e politicamente posso dare il mio contributo in maniera seria e competente. Per me la politica non dovrebbe garantire una longevità o un “posto fisso” nelle stanze che contano: ci dovrebbe essere un ricambio snello e dinamico, in linea con le esigenze della città. Proprio per questo, a Bisignano bisognerà valorizzare al massimo i giovani promettenti e pieni di spirito d’iniziativa».

Massimo Maneggio
su: Calabriaora