Protesta dei cittadini sulla SP19

MONGRASSANO– Castagna indigesta per i cittadini di Mongrassano, che all’ingresso della Sp 19 hanno esposto uno striscione di protesta, per sottolineare il loto rammarico per la mancanza di interventi sull’arteria stradale. Sulla SP 19, probabilmente, sono transitati anche i politici della nostra regione che domenica pomeriggio hanno partecipato alla “Sagra della Castagna”, organizzata dall’amministrazione comunale, e i cittadini hanno notato subito che gli striscioni sono stati rimossi poco dopo la loro applicazione. Un caso che diventa contorno di un programma suddiviso tra mattina e pomeriggio che ha reso omaggio alle tre qualità di castagne sul territorio, ed è stata. significativa, poi, a “Piazza Vittoria” nella mattinata, la sistemazione di un albero e la ricollocazione del busto di Skandenberg, simbolo della città d’origine albanese. I cittadini, però ieri non avevano grande voglia di fare festa e sono sempre più spazientiti da alcune situazioni. La questione eternit (già denunciata da CO) non ha trovato ancora altri spunti, con l’amianto che rimane ancora sulla copertura dell’ex cartiera Marano, in una zona che comprende la Chiesa e le scuole del territorio. Un altro mistero resta l’ex SP 19, che lo scorso inverno fu chiusa dopo un pericolo smottamento. La zona abitata che risiede nelle vicinanze della frana è la contrada “Inzurato”, e i cittadini hanno tempestivamente raccolto le firme per l’immediata. Nella missiva inviata al sindaco Mariani, al Prefetto Reppucci e a Mario Oliverio i cittadini chiedevano:<>. Le firme dei cittadini furono da sprone per l’apertura dell’arteria stradale che, con dovuti accorgimenti, ha permesso una viabilità parziale sul tratto. Quello che preoccupa è l’avvicinarsi del prossimo inverno, poiché sulla strada è stato fatto il minimo indispensabile e il ripetersi di piogge copiose potrebbe dare ulteriori grattacapi all’intera cittadinanza.

Massimo Maneggio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here