Coronavirus, il primo caso in Calabria?

Letture: 2649

Ospedale di cosenza
Sulla vicenda si è generata molta confusione a seguito di più comunicazioni da canali ufficiali.

La prima notizia è stata data dal Presidente della Regione Calabria, Jole Santelli che ha informato di aver attivato il monitoraggio di un caso sospetto e rivelato il tampone positivo. Successivamente la testata Il Fatto di Calabria informava di un secondo test risultato negativo con un invio effettuato successivamente all’ISS.

In tarda serata è arrivato il chiarimento della situazione da parte del dirigente medico del reparto di virologia dell’Annunziata di Cosenza Cristina Giraldi: “E’ un test positivo al Coronavirus di un soggetto proveniente dal lodigiano che è sceso in Calabria nonostante gli sia stato detto di non scendere, il soggetto è asintomatico. I medici di Cetraro, con i quali mi complimento, hanno richiesto la provenienza e hanno allertato l’Asp, abbiamo eseguito il test tampone naso – faringeo inviato ieri e oggi alle 15 abbiamo dato, dopo varie valutazioni, un risultato di positività alla ricerca molecolare del corona virus.

Come vogliono le linee guida precisissime del Ministero il campione positivo è stato inviato all’Iss cosa che è avvenuta alle 18 con una macchina del 118 che sta consegnando il campione.Tra domani o dopodomani avremo conferma o non conferma della positività. La macchina di controllo – dice la Giraldi – sta funzionando vorrei tranquillizzare la popolazione, in Calabria non ci sono casi autoctoni”.

“Sono 888 le persone contagiate dal nuovo coronavirus Sars-CoV-2 in Italia, di cui 46 guariti e 21 deceduti. Si tratta di persone anziane con altre patologie.
Al riguardo sarà l’Istituto superiore di sanità a confermare da oggi se le persone sono morte a causa del Coronavirus o per malattie pregresse” – è quanto si legge nella nota del Ministero. 

Perciò solo l’Istituto superiore di Sanità potrà dare conferma o smentita alla presenza o meno del primo caso di Coronavirus in Calabria.

Ci scusiamo con i nostri lettori per le notizie convulse che si sono susseguite in giornata. Ma, come accade in questi casi, abbiamo attinto notizie solo da fonti ufficiali ed accertate.